google
Google Earth

Il nostro pianeta è in evoluzione e cambia quotidianamente senza che ce ne accorgiamo. Il mutamento del territorio terrestre, nel 90% dei casi, è frutto dell’intervento umano, un intervento che – come sappiamo – non sempre porta a risultati positivi. Google, da sempre impegnata nella lotta per la salvaguardia del mondo, attraverso il suo servizio Earth ci mostra come è cambiata la Terra negli ultimi 32 anni.

Il pianeta visto da Google Earth

Utilizzando delle riprese satellitari, BigG ha messo in risalto particolari aree geografiche in cui la mano dell’uomo si è fatta maggiormente sentire. Nel video che vi presentiamo, potrete osservare zone come i ghiacciai, gli ex deserti del Medio Oriente, la fascia Occidentale degli USA e le zone tropicali del Sud America.

Come visibile, il cambiamento geologico è stato di vario tipo. Negli ultimi 30 anni, si è assistito ad una vasta crescita delle cinte cittadine. Google, sotto questo aspetto, mette in risalto i timelapse di centri come San Francisco, Miami e Las Vegas.

Allo stesso tempo la natura è progressivamente diminuita. Importante è l’esempio delle foreste in Sud America; cruciale quello dei ghiacciai e del loro sciogliemento nel Circolo Polare Antartico.

Di grande rilevanza è anche la crescita di cattedrali nel deserto. Le zone dove ora sorgono metropoli quali Dubai, Doha ed Abu Dhabi sino ai primi anni degli anni ’90 erano completamente disabitate.