Andy Rubin è uno dei volti maggiormente noti per quanto riguarda il campo delle comunicazioni e dell’hi-tech. Essendo il co-fondatore di Android ha aperto un mondo nuovo per la vita degli smartphone non made in Apple. Avendo però lasciato il timone di comando per lo sviluppo del sistema operativo di casa Google, in molti pensavano ad un Rubin sempre più defilato.

Gli ultimi giorni ci dicono che le cose non stanno affatto così. Rubin ha infatti fondato da qualche mese una nuova compagnia, Essential, che già si è presentata al mondo attraverso la vetrina del CES di Las Vegas. Essential vuole essere il nuovo laboratorio di idee per quanto riguarda il futuro dell’hi-tech e le idee del suo fondatore sono già ben chiare. Il primo obiettivo è la creazione di uno smartphone top di gamma che possa competere a tutti gli effetti con l’iPhone.

Il progetto sarebbe ancora in fase embrionale, ma le linee guida ci sono già tutte. Il punto di forza di questo device sarà l’intelligenza artificiale che dovrebbe svolgere un ruolo diverso rispetto a quello attuale, prefigurandosi come una sorta di strumento di domotica 2.0 dato che alla base delle creazioni stesse di Essential ci sarebbero anche prodotti di alta tecnologia per la casa e per la vita quotidiana. Gli schermi di questo smartphone avrebbero dimensioni consone di un top di gamma con 5,5 pollici. Altri dati riguardanti caratteristiche interne non sono conosciuti.

Leggi anche:  iOS 11: ecco a voi dei trucchi per migliorare la durata della batteria

Il ritorno di Rubin sulla scena mondiale sarà uno degli spunti più interessanti per questo 2017 e sicuramente nei prossimi mesi sarà lecito aspettarsi qualche grande novità.