Redmi Note 12 Discovery Edition

Redmi ha lanciato i suoi ultimi smartphone della serie Note in Cina poco tempo fa, con un modello in grado di ricaricare completamente la batteria in soli 9 minuti.

Sono stati svelati quattro modelli di Redmi Note 12, Note 12 5G, Note 12 Pro, Note 12 Pro+ e Note 12 Discovery Edition. Tutti offrono una ricarica rapida in una certa misura, ma è il Note 12 Discovery Edition di fascia alta che farà impazzire consumatori e rivali a causa del tempo di ricarica di 9 minuti.

Redmi ha dotato la Discovery Edition di una funzione HyperCharge da 210 W, che si basa su tre chip di ricarica rapida da 100 W che massimizza la velocità di ricarica. I chip sono distribuiti in un “layout alato” in modo da evitare problemi di calore, e la batteria da 4.300mAh utilizza un nuovo design strutturale e materiali. Redmi afferma che il suo caricabatterie utilizza un design GaN ed è combinato con un cavo a bassissima impedenza da 10,5 A per ottenere una maggiore capacità di corrente rispetto a un cavo da 120 W/6 A.

Ricarica rapida per tutti in futuro

Il Note 12 Discovery Edition utilizza un display OLED 1080p da 6,7 pollici con supporto per Dolby Vision e HDR10+, una fotocamera principale da 200 MP (sensore Samsung HPX), una fotocamera ultra grandangolare da 8 MP, una fotocamera macro da 2 MP e una fotocamera frontale da 16 MP. All’interno del telefono Android 12 troverai un processore MediaTek Dimensity 1080, 8 GB di RAM e 256 GB di spazio di archiviazione.

Tutti i telefoni, i tablet e le fotocamere devono utilizzare USB-C per la ricarica nell’UE entro il 2024.

Redmi è una sussidiaria di Xiaomi e quindi i suoi telefoni non sono ufficialmente disponibili negli Stati Uniti, ma questo non vuol dire che la ricarica rapida da 210 W non arriverà su altri telefoni nel prossimo futuro.

FONTEpcmag
Articolo precedenteWater intelligente in grado di rilevare problemi di salute
Articolo successivoNetflix, i nuovi film in arrivo sono top mentre spopola l’abbonamento da 5 euro
Simone Paciocco
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it