Dopo aver ricevuto la multa dall’Antitrust, l’operatore virtuale PosteMobile andrà a diminuire il costo della tariffa dati base giornaliera che si applica ai piani a consumo o in caso di mancato rinnovo delle offerte flat per credito insufficiente.

Nelle ultime ore, infatti, alcuni clienti PosteMobile hanno cominciato a ricevere un SMS informativo da parte dell’operatore che avvisa dei prossimi cambiamenti riguardanti la tariffa dati base giornaliera e la possibilità di bloccarne l’attivazione. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

PosteMobile: dal 24 ottobre nuova tariffa base giornaliera

Ecco l’SMS inviato ad alcuni clienti: “Dal 24/10 si riduce la tariffa dati base giornaliera. In caso di credito insufficiente al rinnovo dell’offerta navighi a 2 euro per 500/MB/gg, anzichè 3,5 euro per 400/MB/gg, addebitati alla prima connessione. Puoi bloccare la navigazione a consumo alla tariffa dati base con un sms gratuito al 4071160 con testo BLOCCO SI o dal 06/11 anche da App Postepay. Info 160“.

A partire dal 24 ottobre quindi alla prima connessione e solo in caso di utilizzo, come avviene già adesso, la nuova tariffa dati base giornaliera costerà 2 euro per 500 Megabyte di traffico dati al giorno. Si tratterà quindi di una rimodulazione positiva per tutti, nuovi e già clienti PosteMobile, per cui non è prevista la possibilità di esercitare il diritto di recesso senza costi o penali.

La nuova tariffa base giornaliera prevede infatti sia un costo inferiore ma anche un bundle di traffico dati maggiore da utilizzare durante la giornata in cui si attiva. Come detto, la nuova tariffa dati base giornaliera si applicherà solo per i clienti PosteMobile con piano soltanto a consumo e nel caso in cui la propria offerta flat non venga rinnovata per credito residuo insufficiente, sempre e solo in caso di utilizzo.

Avatar
Sono Veronica, ho 25 anni e vivo sul Lago di Como, più precisamente a Mandello del Lario, conosciuto soprattutto per la Moto Guzzi. Amo scrivere e condividere con voi tutte le novità del giorno.