Il mercato dei tablet Android di fascia alta, che un tempo era una landa desolata, ha preso vita nel 2022. Laddove negli anni passati non esisteva un concorrente del calibro della linea iPad Pro, ora vari produttori stanno provando a fornire una vera alternativa .

La risposta di Lenovo a questa sfida è lo Yoga Tab 13, l’ultimo nella sua linea di curiosità a prezzo premium. Combinando il caratteristico cavalletto Yoga, altoparlanti potenti, un processore di fascia alta e un ampio display, ha sicuramente tutto ciò di cui ha bisogno per essere competitivo sul fronte dell’intrattenimento. Dispone persino di una porta Mini-HDMI, che gli consente di fungere da monitor esterno o secondo, espandendo potenzialmente la sua utilità.

Estetica e materiali:

Dove c’è un tablet Yoga, c’è un cavalletto incluso nella parte posteriore e, proprio come il più economico Yoga Tab 11, il Tab 13 non fa eccezione. Punto morto nella parte posteriore, è un grande affare realizzato in robusto acciaio inossidabile, che offre molta resistenza a tutti gli angoli.

Ciò che questo significa per l’uso generale è una versatilità quasi impareggiabile. Questo è un tablet che può essere posizionato o appeso quasi ovunque senza la necessità di un aiuto esterno per farlo. Dalla visione di video a letto al funzionamento come supporto da disegno, il supporto consente al tablet di essere più di quanto non potrebbe essere senza.

Giustamente dato il prezzo, il resto del tablet sembra premium. Il telaio è realizzato in alluminio e metà della parte posteriore è rilegata in tessuto Alcantara, che potrebbe non usurarsi molto bene nel tempo, ma è piacevole al tatto e offre qualcosa di diverso ai rivali.

Ho riscontrato alcuni piccoli problemi con la vestibilità e la finitura, incluso un angolo poco arrotondato e un po’ acuto, ma nel complesso sembrava solido per la maggior parte. Come per altri prodotti Yoga, il design a forma di cuneo mantiene la maggior parte del peso in mano quando lo si tiene in orientamento verticale.

Con un peso di circa 800 g, tuttavia, non vorrei certo vedere il tablet cadere. Con cornici relativamente sottili e molto pesante i risultati potrebbero essere potenzialmente catastrofici, di conseguenza, consiglierei una custodia con qualsiasi acquisto.

Display e audio:

Va detto all’inizio, lo schermo dello Yoga Tab 13 è grande. Come suggerisce il nome, è di 13 pollici sulla diagonale, le stesse dimensioni di molti display per laptop.

È abbastanza grande che alcune attività più tradizionali del tablet, come guardare video dalle tue ginocchia, diventano leggermente scomode. Altre, al contrario, diventano più semplici, come l’utilizzo del tablet come un piccolo televisore, con le dimensioni aggiuntive che rendono molto più semplice la lettura dei sottotitoli in particolare.

Per fortuna uno schermo così grande, è dotato di una risoluzione 2K che gli consente di riprodurre immagini molto nitide. I singoli pixel non sono mai stati distinguibili ad occhio nudo e l’attenzione alla risoluzione avvantaggia in particolare la lettura, con il testo che rimane leggibile con caratteri di dimensioni particolarmente ridotte.

Poiché ha un pannello LCD, lo Yoga Tab 13 manca di alcuni dei colori pop e del contrasto superiore dei rivali dotati di OLED. I colori non sono né troppo caldi né troppo freddi, puntando su una rappresentazione equilibrata ma a questo prezzo, un OLED sarebbe una ragionevole aspettativa.

Inoltre, i rivali beneficiano di pannelli a 120Hz e più veloci, lo Yoga Tab 13 è limitato a 60Hz è un peccato. Ciò non influisce sulla visualizzazione dei video, ma significa che la navigazione nell’interfaccia e le operazioni in generale sembrano leggermente più lente di quanto potrebbero essere veramente.

Con una luminosità massima di 400 nits, il tablet può diventare abbastanza luminoso per molti casi d’uso al chiuso, ma fatica ad essere leggibile, sotto la luce solare intensa, aggravata dal vetro relativamente riflettente sul display.

Il Lenovo Yoga Tab 13 è dotato di quattro altoparlanti sintonizzati da JBL con supporto Dolby Atmos, con l’obiettivo di fornire un’esperienza il più coinvolgente possibile. E anche se il dispositivo non riesce a raggiungere le alte vette promesse, ha alcuni dei migliori altoparlanti che abbiamo mai incontrato su un tablet.

I bassi sono incisivi, gli alti sono stretti e c’è un certo grado di separazione stereo. Funzionando particolarmente bene per i film, questo significano che non è necessario accoppiare il tablet con un altoparlante Bluetooth e di conseguenza sono una sorta di punto di svolta.

Specifiche tecniche e prestazioni:

Sotto al telaio del Tab 13, troviamo lo Snapdragon 870, che è uno Snapdragon 865 riconfezionato, il chip di fascia alta più popolare del 2020. Accoppiato con 8 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione per impostazione predefinita, sono specifiche sufficienti per vedere lo Yoga Tab 13 volare nell’uso generale.

Non importa se giocate a giochi intensivi o semplicemente navigate attraverso l’interfaccia o sul Web, non c’è nulla che potete fare per far impallare lo Yoga Tab 13. In tutto questo è riuscito anche a non riscaldarsi, conseguenza di avere più spazio in cui diffondere il calore.

Una parte leggermente più sottile della scheda tecnica, ma importante nel settore di marketing, è l’inclusione di una porta Micro-HDMI. Un cavo da Micro-HDMI a HDMI è incluso nella confezione e ciò significa che consente al Tab 13 di funzionare come un display esterno quando è collegato a un laptop.

Per chi ha carichi di lavoro pesanti, questa è una manna dal cielo, soprattutto per gli spazi abitativi che non possono ospitare una configurazione a doppio monitor più tradizionale. È un peccato che una volta connesso il dispositivo perda il suo input touch, ma ciò significa che eventuali carenze che il software Android potrebbe presentare per funzionare sono mitigate completamente. Questa è una funzionalità che mi piacerebbe vedere adottata più ampiamente e Lenovo è da elogiare per la sua integrazione qui.

Giustamente date le sue grandi dimensioni, lo Yoga Tab 13 ha una batteria abbastanza grande, che con 10.000 mAh è tra i pacchetti più interessanti che abbiamo visto su un tablet. Con un processore relativamente assetato di energia e un display ad alta risoluzione da guidare, ho scoperto che la durata della batteria in termini generali era medio-alta.

Vale a dire che in genere potete ottenere circa 12 ore di utilizzo, in linea con ciò che Lenovo suggerisce come limite. Certamente, ma di conseguenza, questo è più che sufficiente per guardare video in giro per casa e fare cose generali da “tablet”.

Collegandolo a un caricabatterie rapido, il tablet può raggiungere i 30 W, che era circa sufficiente per guadagnare circa il 40% nel corso di mezz’ora. Questo non è proprio il più veloce disponibile sul mercato, ma sarà più che sufficiente per le esigenze della maggior parte delle occasioni.

Comparto fotografico:

Nessun tablet è commercializzato per le sue capacità della fotocamera. Piuttosto, è un peccato che la singola fotocamera da 8 MP, sembri avere problemi nella maggior parte delle situazioni, specialmente con la mancanza di gamma dinamica.

L’ho trovato adatto per la chiamata dello zoom dispari, ma non molto di più. La mancanza di una fotocamera posteriore è alquanto bizzarra a questo prezzo, soprattutto considerando che il molto più economico Yoga Tab 11 ne ha una. Non che sosteniamo la fotografia su tablet, ma possono rivelarsi utili in determinate situazioni.

Software:

Sta diventando una storia stancante, ma Android per tablet, anche dopo circa un decennio di sviluppo, non sembra ancora un prodotto finito. Piuttosto che sembrare progettato per l’aumento dello spazio sullo schermo offerto da tablet come un tablet, l’interfaccia Android e la maggior parte delle app sono semplicemente le stesse offerte per i telefoni, ma più grandi.

Per alcune app in particolare questo può rendere inutilizzabili alcuni elementi e, su un dispositivo che costa così tanto, è un peccato che l’esperienza di utilizzo del tablet possa sembrare meno premium rispetto al dispositivo stesso.

Detto questo, ci sono alcune integrazioni qui che tentano di cambiare in qualche modo le cose. Google ha aggiunto uno “spazio di intrattenimento” che aggrega i contenuti video al posto del solito feed di Google, mentre Kids Space tenta di mettere in silos i contenuti per i bambini (supponendo che gli verrà affidato qualcosa di così costoso). Una mancanza è lo spazio “Produttività”, offerto dal produttore su altri tablet, anche nella linea Yoga, che sarebbe potuto essere un’utile feature su questo device.

Conclusioni e prezzo:

La domanda su cosa rende un tablet “buono” è stata risolta da tempo: ha bisogno di un buon display, buoni altoparlanti, potenza sufficiente per non essere una distrazione e una durata della batteria decente.

Su questi punti, il Lenovo Yoga Tab 13 non delude sotto quasi nessun punto di vista. Inoltre, ha un form factor unico e la capacità di funzionare come display esterno che sono punti salienti particolari.

Tuttavia, ci sono alcune piccole mancanze, soprattutto visto il prezzo. Mi sarei aspettato una fotocamera posteriore e un display leggermente migliore. I concorrenti diretti sono, il Samsung Galaxy Tab, rimanendo in casa Android e l’Apple iPad Air.

Il Lenovo Yoga Tab 13 lo potete acquistare sia sullo store ufficiale Lenovo che su Amazon, ad un prezzo di circa 800 euro.

Lenovo Yoga Tab 13

799
7.8

Design e materiali

9.0/10

Prestazioni

8.0/10

Autonomia

9.0/10

Software

6.5/10

Prezzo

6.5/10

Pro

  • Ottimo sistema audio
  • Ottima autonomia
  • Grande versatilità
  • Grande display

Contro

  • Prezzo alto
  • Software poco coinvolgente
Stefano Germinal
3D artist e videomaker grande amante del cinema e della tecnologia. Predilige i film fantasy, sci-fi, horror e d'animazione. Ha un cuore nerd, mai togliergli i suoi anime e le serate in fumetteria il mercoledì sera.