Gli smartphone al giorno d’oggi sono diventato uno strumento a dir poco indispensabile Nella routine di ognuno di noi, i piccoli device tascabili infatti ci consentono di svolgere tantissime attività, da quelle più banali come guardare una serie TV a quelle più complesse come inviare un pagamento tramite il nostro conto corrente.

Questo contesto profondamente inclusivo porta i piccoli device a far transitare nelle loro memorie in quantitativo di dati decisamente importante ogni giorno, questo processo però può portare nel tempo alla saturazione del dispositivo, il quale col passare degli anni finisce con il rallentare sempre più perdendo di prestazioni.

Si tratta di un processo fisiologico che però può minare l’esperienza d’uso del vostro device preferito rendendola a tratti frustrante e poco soddisfacente.

Se anche voi doveste trovarvi nella medesima situazione, eccovi una guida per poter far tornare il vostro smartphone scattante come appena acquistato.

 

Come ripulire completamente il device

Prima di procedere con la guida assicuratevi di spegnere il dispositivo e di rimuovere la scheda SIM e la microSD, dopodiché è accendetelo nuovamente con la combinazione tasti premuta Power e volume più, così facendo il dispositivo accederà al recovery menù all’interno del quale, spostando vi utilizzando i tasti volume, dovrete selezionare le voci wipe data factory reset e wipe dalvik cache.

Una volta eseguiti questi due comandi recatevi presso la voce rebut e selezionate anche quest’ultima, in tal modo il dispositivo andrà incontro al riavvio.

Una volta terminato il riavvio potrete notare che lo smartphone sarà tornato ha lo stesso status di quando si trovava in confezione, con la conseguente eliminazione di tutte le personalizzazioni precedentemente presenti.

Eduardo Bleve
Studente di medicina e da sempre appassionato di tecnologia, musica e curiosità scientifiche.