Dopo la corsa ai beni alimentari nel periodo Covid, arriva la corsa alle Pastiglie allo Iodio antiradiazioni.

 

Una paura ingiustificata, almeno al momento

 

Succede di nuovo, in Italia, come ogni qualvolta si palesa un minimo pericolo c’è chi non dorme sonni tranquilli, e corre ai ripari fasciandosi il capo prima ancora che questo si sia rotto.

Come non ricordare i primi giorni della pandemia con i supermercati assaltati. Al tempo non era a rischio la filiera alimentare, come nemmeno i trasporti, tuttavia le famiglie italiane ha fatto incetta di beni di prima necessità.

Lunghe code ai grandi magazzini per l’ingresso, famiglie con 2 o più carrelli stracolmi che attendevano il turno in cassa. Potrebbe nuovamente verificarsi una situazione simile?

Questo è ciò che è successo in alcune farmacie romane, dove diversi clienti si sono recati cercando di acquistare delle pastiglie di iodio, come rimedio in caso di incidenti Nucleari.

In Italia le pastiglie allo Iodio non si trovano nelle farmacie, in quanto non avendo pericoli legati alle centrali elettriche nucleari vengono ritenute superflue.

Sicuramente in caso di conflitto atomico il discorso prenderebbe una piega diversa, ma li sarebbe lo stato stesso a distribuirle gratuitamente come previsto dal piano di emergenza nazionale relativo.

 

Pastiglie alla Iodio: ecco come agiscono sul nostro corpo

 

Per le radiazioni esistono delle pillole preventive, qualora avessimo preavviso di un possibile bombardamento atomico.

É possibile tuttavia assumerle anche negli attimi successivi all’esposizione, meglio non superare i 2 o 3 minuti.

Medicinali come ‘Iosat, Eferox Jod, Yodafar o il Kaliumiodid 65 mg’, saturano la tiroide di Iodio non radioattivo impedendole di assorbire radiazioni.

In questo modo saremo protetti dal rischio di tumore alla tiroide, uno dei punti più delicati e soggetti al cancro.

Questi rimedi tuttavia non hanno effetti benefici o protettivi sul resto del corpo che necessiterà di ben altri accorgimenti, come scritto nel nostro precedente articolo che potete rileggere cliccando qui.

(precisazione importante: non assumere mai questi medicinali senza l’autorizzazione di un medico o di un ente governativo)

Se questo articolo ti è piaciuto potresti dare un occhiata a: Come salvarsi da una guerra nucleare!

Mirko Pili
Autore Tecnoandroid con la passione per l'informatica. Ragioniere e perito commerciale mi occupo di Trading e commercio online.