fortnite-cina-epic-games-chiude-il-server

Brutte notizie arrivano dal fronte gaming. Uno sparatutto in terza persona amato in tutto il mondo sta chiudendo i battenti. Ovviamente è sconforto tra gli appassionati che dovranno subire questa triste e sofferta decisione. Di quale videogame si tratta? Non ci crederete mai, ma entro il 15 novembre il server di Fortnite sarà chiuso. A dare il triste annuncio è lo sviluppatore del fortunato gioco, Epic Games. Scopriamo insieme i dettagli di questa situazione davvero tragica.

 

Fortnite: il mondo del gaming è in lutto

Il mondo del gaming è in lutto dopo aver appreso la triste decisione dello sviluppatore Epic Games di chiudere il server di Fortnite, il fortunato sparatutto in terza persona che sta appassionando ancora milioni di utenti in tutto il mondo.

Fortunatamente per molti, la decisione di Epic Games è destinata solo al server in Cina che, dal 15 novembre 2021, si spegnerà rendendo impossibile ai giocatori di quell’area di utilizzare Fortnite. Addirittura dal 2 novembre è stata negata la possibilità a qualsiasi nuovo utente di aprire un nuovo account.

La decisione drastica di Epic Games è frutto della repressione cinese ai videogiochi di questo tipo. Ciò che preoccupa le autorità di Pechino è la dipendenza ai videogiochi di tale natura, come Fortnite, da parte di giovanissimiadolescenti.

Vogliamo anche precisare che a essere chiuso non sarà il Fortnite come lo conosciamo noi. Infatti, in Cina, la versione disponibile, per ora e per pochi giorni, agli utenti è diversa. In sostanza, si tratta di Fortress Night, che contiene alcune differenze rispetto quella standard.

fortnite-cina-chiuso-server-fortress-night

Il tema è identico a quello affrontato dai tre presidi in America in merito agli effetti della violenza di Squid Game sui minori. Solo che in Cina le regole nei confronti dei giochi violenti e d’azzardo per i minori sono molto più rigide e non cedono spazio per niente e per nessuno.

Quindi ai fan di Fortnite in Cina non resta che attendere inesorabile l’arrivo del 15 novembre, data in cui dovranno dire addio a un gioco che sta facendo la storia in tutto il mondo.

FONTEAnsa.it