Netflix aumenta i prezzi dei piani più popolari, ossia Standard e Premium. A partire dallo scorso 2 ottobre questi abbonamenti subiscono rincari di rispettivamente 1 e 2 euro al mese, mentre quello Base resta a 7,99 euro.

In base a quanto riporta Netflix stessa si tratta di aumenti necessari per continuare a “fornire contenuti di qualità ai nostri abbonati“. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Netflix aumenta il prezzo di due suoi abbonamenti

Ecco le parole dell’azienda: “Il nostro obiettivo principale è offrire un’esperienza di intrattenimento che superi le aspettative dei nostri abbonati. Stiamo aggiornando i nostri prezzi per riflettere i miglioramenti che apportiamo al nostro catalogo di film e di show e alla qualità del nostro servizio e, cosa ancora più importante, per continuare a dare più opzioni e portare valore ai nostri abbonati. Proponiamo diversi piani di abbonamento affinché ciascuno possa trovare l’opzione più soddisfacente per le proprie esigenze“.

Mentre il piano Base Netflix resta ancorato a 7,99 euro al mese, quello Standard sale da 11,99 a 12,99 euro e quello Premium passa da 15,99 a 17,99 euro mensili. La rimodulazione tariffaria parte già dallo scorso 2 ottobre 2021, per i nuovi iscritti. Per chi ha già un abbonamento attivo l’aumento partirà dal 9 ottobre: arriveranno avvisi tramite e-mail e notifiche da parte dell’applicazione 30 giorni prima della variazione di prezzo per il successivo rinnovo.

Vi ricordiamo che il piano Base (7,99 euro) permette la visione su un solo dispositivo alla volta (senza alta definizione), quello Standard (ora 12,99 euro) fa salire a 2 il numero di schermi e comprende l’HD, e infine quello Premium (ora 17,99 euro) permette di vedere contenuti allo stesso tempo su 4 dispositivi con la qualità del 4K.