vaccini-dosi-sono-finite-chi-non-vaccinato-rischia-grosso

Stando ad alcuni dati recenti, per ora tenuti nascosti, le dosi dei vaccini anti Covid-19 in Italia sarebbero quasi terminate. Una notizia che sta lasciando sgomenti tutti. Anche perché il Governo Draghi, per promuovere sicurezza e campagna vaccinale, ha reso il Green Pass obbligatorio per certe situazioni. In alcuni casi addirittura si parla di sospensione dello stipendio. Quindi, chi non si è ancora vaccinato rischia grosso. Ecco tutti i dettagli.

 

Vaccini: contro il Covid-19 pare che le dosi siano terminate

Ha rivelare questa notizia è un articolo pubblicato su Il Tempo. Pare che, secondo alcuni calcoli, le dosi dei vaccini anti Covid-19 siano terminate. E questa non è una buona notizia per chi stava pensando nei giorni a giorni di prenotare la sua prima dose di antidoto.

Di conseguenza coloro che ancora non si sono vaccinati dovrebbero decidersi di farlo il prima possibile. Meglio dire, prima che le dosi dei vaccini disponibili siano tutte terminate. Pur non condividendone il tono polemico, ecco quanto riportato nell’articolo del noto quotidiano nazionale Il Tempo:

Secondo Istat gli italiani sono infatti 59,2 milioni. Quelli che non hanno ancora compiuto i 12 anni (e quindi non possono essere vaccinati) sono 5,87 milioni. Quindi sulla carta quelli vaccinabili sono 53,38 milioni. Considerando che da mesi si distribuiscono solo Moderna e Pfizer che hanno bisogno di due dosi, per essere a posto con la coscienza e potere puntare il dito accusatorio su qualsiasi cittadino lo Stato italiano avrebbe dovuto distribuirne a tutti almeno 106,77 milioni di dosi. Avendole a disposizioni da tempo sarebbe legittimato a dire a chiunque: ‘Io la dose te l’ho procurata, sei tu che non vuoi vaccinarti‘. Solo che le dosi distribuite alla data [del 25 settembre] sera alle Regioni sono molte di meno. Per l’esattezza 94.912.653. Ne mancano quindi ancora 11.858.033, che rendono impossibile mettersi in regola appunto a 5.929.017 italiani“.

Se quanto calcolato fosse confermato, le dosi dei vaccini non basterebbero a completare il ciclo vaccinale di tutti coloro che desiderano sottoporsi. A nostro avviso, non vi è dubbio che altre scorte arriveranno anche perché, proprio in questi giorni, si stanno valutando i vaccini per gli under 12.

FONTEIl Tempo