falla-4g-sicurezza-e-privacy-di-tutti-sono-in-serio-pericolo

Avete mai sentito parlare della falla 4G? In pratica sicurezza e privacy di tutti sono in serio pericolo solo utilizzando uno smartphone. A scoprirlo alcuni ricercatori che hanno individuato una seria vulnerabilità nella rete LTE, soprannominandola aLTEr Attack. La cosa ancora più preoccupante è che gli operatori telefonici erano stati già avvertiti nel 2019. Perché ce lo hanno tenuto nascosto? Scopriamo insieme quello che sembra essere un intrigo internazionale.

 

Falla 4G: un intrigo internazionale tenuto nascosto dagli operatori telefonici

In pratica tutti gli operatori telefonici avrebbero dovuto comunicarci che utilizzando la rete LTE (Long Term Evolution), meglio conosciuta come 4G, siamo in pericolo. Insomma, quando effettuiamo e riceviamo una telefonata o inviamo un SMS diventiamo vulnerabili.

Si tratta di una falla presente all’interno della rete 4G e che, se tanto mi dà tanto, potrebbe essere anche in quella 5G. In altre parole, un cybercriminale esperto potrebbe inserirsi tra noi e il destinatario della comunicazione fingendosi quest’ultimo o addirittura noi. In questo caso potremmo ricevere malware e virus senza nemmeno accorgercene. Così anche il nostro destinatario che penserà di essere stato contattato da noi.

La falla 4G si sviluppa su tre possibili attacchi ben descritti dal protocollo redatto dai ricercatori di Alter Attack:

  • Torpedo avviene quando un operatore telefonico ci segnala l’arrivo di una chiamata o di un messaggio di testo. Sfruttando la falla 4G un hacker, geolocalizzando il dispositivo, può bloccare la chiamata o un SMS e clonarli inviandoli sotto nome dell’utente;
  • Piercer invece è un attacco che permette di accedere alla lista delle chiamate e agli SMS di un utente. Tutto ciò sfruttando la vulnerabilità che permette al cybercriminale di conoscere l’identificativo IMSI;
  • IMS-Cracking infine è l’attacco che permette di craccare l’identificativo IMSI così da sfruttare la falla 4G per effettuare chiamate, leggere messaggi e inviarne altri senza che la vittima se ne accorga.

Insomma, pare proprio che non ci sia soluzione a questa pericolosa falla 4G che mette in pericolo tutti quanti dal momento che utilizziamo lo smartphone. La nostra privacy è sotto attacco, in pratica sempre.

FONTEaLTEr Attack