IPTV: la Guardia di Finanza scopre due piattaforme, multati 2000 utenti

Bisogna sempre valutare le scelte prima di prenderle ufficialmente, cosa che gli utenti dovrebbero fare anche nel caso del mondo della pirateria. Il risparmio è chiaramente sotto gli occhi di tutti, ma allo stesso tempo si rischiano gravi problemi con la legge che attualmente risulta molto più vigile rispetto al passato. La Guardia di Finanza infatti starebbe indagando sul territorio italiano per trovare tutte le piattaforme IPTV registrate con migliaia di utenti al loro interno. Secondo quanto riportato ci sarebbero grandi novità soprattutto per quanto riguarda le sanzioni elevate.

L’uso delle VPN ha contribuito alla crescita di questi servizi. Sfruttata in modo legale, una VPN è un servizio consigliatissimo e facile da usare essendo protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attuale, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.

 

IPTV: il mondo della pirateria si inchina di fronte alla Guardia di Finanza che scopre due piattaforme

Le ultime indagini da parte della Guardia di Finanza hanno portato a scoprire alcune piattaforme. Una si troverebbe in Sicilia mentre l’altra in Svizzera, entrambe con un numero totale di utenti di circa 2000 unità.

Ora circa 22 persone sono state indagate in quanto ritenute responsabili dell’organizzazione, con multe che andranno da 2000 a 25.000 €. Per quanto riguarda invece le 2000 persone abbonati al servizio, le multe potrebbero partire da 1000 € a salire. Molto probabilmente dunque le persone farebbero meglio a pensare prima di agire.