Sky Primafila Premiere offre i film che sarebbero dovuti uscire al cinema

L’inizio dell’anno è stato da incubo per Sky. La piattaforma satellitare proprio lo scorso mese di Marzo ha dovuto affrontare una sconfitta cocente. Nel bando per i diritti della Serie A nel prossimo triennio, la pay tv è stata battuta da DAZN. La mancato disponibilità dei diritti per la Serie A porterà Sky ad una totale riorganizzazione della sua struttura.

 

Sky, i due servizi per i clienti dopo l’addio alla Serie A

Il gruppo commerciale della tv satellitare ha già messo in preventivo una possibile fuga degli utenti, da qui alle prossime settimane. Per arginare la dispersione del pubblico, Sky mette a disposizione dei suoi utenti due servizi molto importanti, quasi a costo zero.

La prima grande novità per gli abbonati più fedeli è il nuovo provider Sky WiFi. Gli utenti che sceglieranno di sottoscrivere un’offerta per la Fibra ottica potranno ricevere uno o sei mesi di connessione internet a costo zero, a discrezione della durata del proprio piano di abbonamento.

Sempre Sky punterà nel futuro prossimo molte risorse sul suo decoder di nuova generazione Sky Q. Il dispositivo è ora disponibile incluso nel prezzo per tutti i nuovi utenti. Grazie al device, sarà possibile accedere ad una serie di applicazioni dedicate, tra cui anche Disney+, la new entry dopo la disponibilità di Amazon Prime, Netflix e Mediaset Play.

La pay tv, ad ogni modo, non mollerà la presa sui diritti in campo sportivo. La piattaforma satellitare si è già assicurata i diritti tv per le prossime edizioni Champions League in esclusiva per il triennio sino al 2024.