Down

Gli operatori telefonici non possono mai rasentare la perfezione e molte volte accade che vadano in down, creando disagio e scompiglio tra gli utenti.

Numerose le segnalazioni nelle scorse settimane e anche questa volta sembrerebbero esserci problemi di rete. A segnalarli, come sempre, è l’utilissimo sito Downdetector.

 

Continuano i problemi di rete legati agli operatori telefonici

Disagi tecnici che riguardano non solo la connessione, bensì anche le chiamate. Secondo le indagini del sito, Tim ha avuto problemi legati a internet fisso (55%), telefonia fissa (30%) e telefonia mobile (14%).

WindTre, invece, ha fatto registrare il 77% di disservizi legati a internet, 13% alla telefonia e 9% di blackout totale. Dati negativi anche per Iliad: 64% internet mobile, 25% telefonia mobile e 9% blackout totale.

Le zone più colpite sono quasi sempre quelle settentrionali come Milano e Brescia, con Roma e Napoli a seguire. Anche le zone del Sud non ne sono esenti.

Vodafone, infine, ha fatto segnare il 53% di problemi legati a internet, 25% relativi alla telefonia mobile e 20% alla telefonia fissa.

Telefonia e problemi di rete: quando gli operatori vanno in down

I problemi di linea sono molto spesso legati a dei lavori che vengono effettuati e le aziende cercando sempre di scusarsi con i propri utenti per quanto accade. Il sito Downdetector, come segnalato poco prima, diventa quindi indispensabile per confrontarsi con gli altri.

La piattaforma monitora tutto in tempo reale e permette agli utenti di uscire dal panico momentaneo. Una rete condivisa per affrontare un problema comune in attesa di una soluzione fornita dal provider in questione.

Ovviamente dal punto di vista tecnologico bisogna ancora procedere in una direzione che eviti dei problemi e disservizi, rendendo più limpida e cristallina la gestione telefonica.

Stesso discorso dicasi per i servizi VAS, che continuano ad essere sempre più ingombranti e prosciugare il credito degli utenti, ignari di sottoscrivere degli abbonamenti.