aggiornamento decoder digitale terrestre DVB T2Tempo di grandi cambiamenti per il sistema di ricezione Digitale Terrestre che a partire dal nuovo anno acquisisce la nomea di DVB T2. L’indicatore numerico inserito a fianco all’acronimo di Digital Video Broadcasting Television sta a confermare l’arrivo della versione 2.0 del sistema televisivo.

Dopo l’adeguamento imposto alle emittenti RAI e Mediaset è arrivato anche per noi il momento di passare ai canali HD. Ma non è detto che la transizione debba prevedere l’acquisto di nuovi decoder e TV. Scopriamo come avere la TV Gratis.

 

DVB T2 in arrivo per tutti: tempo di cambiare con la nuova versione 2.0 del Digitale Terrestre

Fissato il nuovo calendario per le modifiche al sistema televisivo non passerà molto tempo per l’ingresso in scena dell’alta definizione a tutto tondo. RAI 1 come Canale 5 e tutti gli altri canali si appoggeranno al codec HEVC che non sarà più supportato dai decoder precedenti sorretti dal sistema MPEG_4.

Con il cambio di frequenza centrale i decoder dovranno essere sostituiti per tutti quei televisori che non prevedono nativamente il componente. Spazio per soluzioni 2.0 inserite in catalogo fin dal 2017 ma assenti per televisori di precedente generazione. La verifica DVB T2 si può effettuare tramite i canali Free ai numeri 100 e 200 dell’attuale sistema. Da qui si scopre se serve cambiare piattaforma.

In ogni caso il MISE garantisce un bonus gratuito il cui valore dipende dall’indicatore ISEE familiare. In ogni caso caso si possono ottenere una tantum da 25 a 50 euro per passare ad un nuovo modello di TV o di decoder esterno da collegare a vecchi televisori ancora funzionanti.