Asteroide

Telescopi puntanti su 2001 F0232, il nuovo asteroide che il 21 marzo 2021 sfiorerà la Terra. È il più grande mai osservato prima ed è simile, per dimensioni, al famoso ponte di San Francisco. È già panico sulle possibile conseguenze dovute ad un impatto. Ecco tutti i dettagli ad oggi conosciuti e quali potrebbero essere, se ci sono, i rischi.

 

Il più grande asteroide mai visto sfiorerà la Terra il 21 marzo 2021

Sotto osservazione dal lontano 23 marzo 2001, questo asteroide è il più grande mai visto prima. Secondo attenti studi e precisi calcoli, la Nasa ha potuto stabilire anche quando e a che distanza questo corpo celeste sfiorerà la Terra.

L’evento, unico nel suo genere, si verificherà il 21 marzo di quest’anno quando l’asteroide sfiorerà la terra a circa 2 milioni di chilometri di distanza. Questo episodio sarà monitorato da tutti gli appassionati di astronomia perché non si ripeterà più per i prossimi 150 anni.

La velocità di crociera di questo asteroide è di 124 mila chilometri orari e un impatto con il nostro Pianeta, viste anche le dimensioni, sarebbe abbastanza catastrofico. Infatti è proprio l’agenzia aerospaziale americana a dirlo.

 

Secondo la Nasa distanza e dimensioni rendono questo corpo celeste “potenzialmente pericoloso”

Secondo il metro di misura spaziale, la distanza che ci sarà tra l’asteroide e la Terra al momento del suo passaggio, rende questo corpo celeste potenzialmente pericoloso. Ed è proprio la Nasa a dirlo. Infatti questa categoria si applica a corpi celesti dal diametro superiore ai 140 metri e una rotta distante non meno di 7,5 milioni di chilometri dalla nostra orbita.

È proprio la Nasa a spiegarne il perché in una sua dichiarazione. “Di tanto in tanto, i percorsi orbitali degli asteroidi sono influenzati dalla forza gravitazionale dei pianeti, che ne causa l’alterazione. Gli scienziati ritengono che asteroidi vaganti o frammenti di precedenti collisioni si siano schiantati sulla Terra in passato, giocando un ruolo importante nell’evoluzione del nostro pianeta”.

Tuttavia sono molti gli scienziati a tranquillizzare i più preoccupati sostenendo che per circa 100 anni non ci saranno asteroidi “conosciuti” che potranno colpire la Terra. Quindi tutti possono dormire sonni quasi tranquilli l’apocalisse è ancora lontana.