blank

Secondo le ultime indiscrezioni i prossimi mondiali di calcio (2022) saranno trasmessi, oltre che dalla RAI, anche dalla piattaforma di e-commerce Amazon.

L’indiscrezione arriva da Radiocor: la RAI e Amazon si sarebbero spariti per 108 milioni di euro i diritti TV dei prossimi mondiali di calcio, che si giocheranno l’anno prossimo in Qatar. Scopriamo maggiori dettagli.

 

Amazon potrebbe trasmettere i mondiali di calcio 2022

L’investimento di Amazon sul calcio è serio: dopo la Champions League arrivano i mondiali. Il prossimo anno i Mondiali di Calcio saranno in Qatar, e per il caldo eccessivo sarà una edizione invernale: le partite saranno a novembre e dicembre. Per aggiudicarsi i diritti di trasmissione sono stati messi sul piatto 180 milioni di euro, e al momento sarebbero la RAI, ovviamente, e Amazon i due offerenti.

La RAI sarebbe vicina ad aggiudicarsi il pacchetto più pregiato, come è giusto che sia: 28 partite, con diritto di sceglierle, oltre ovviamente alla semifinale e alla finale. Il valore di questo pacchetto sarebbe di circa 135 milioni di euro e la TV pubblica di Stato ha l’obbligo morale, nei confronti degli Italiani che pagano il canone, di offrire in chiaro le partite dell’Italia.

C’è però anche Amazon, che avrebbe messo le mani sul pacchetto complementare, quello definito B2: 50 milioni di euro per 39 partite, le 36 rimanenti più la semifinale e la finale. Amazon avrà quindi più partite della RAI e non avrà diritto di scelta, dovrà prendersi gli avanzi: sicuramente non avrà alcuna partita dell’Italia ma potrebbe avere qualche partita di Brasile o Argentina. L’assegnazione delle licenze avverrà la prossima settimana, mentre si dovrà aspettare la seconda metà del 2021 per vedere se la Nazionale allenata dal Mancio strapperò un biglietto per la partecipazione. Sperando che non si ripeta la s-Ventura del 2018.