La campagna vaccinale contro il COVID-19 è partita in Italia alla fine dello scorso dicembre e Uber ha deciso di fornire il suo contributo. Il colosso infatti ha deciso di offrire 20 mila corse gratuite verso i centri vaccinali.

Questo per “aiutare le persone più vulnerabili a ricevere in maniera veloce, agevole e sicura il vaccino”. Scopriamo insieme tutti i dettagli della nuova iniziativa.

 

Uber mette a disposizione 20 mila corse gratuite per raggiungere i centri vaccinali

L’iniziativa è attiva a Milano, Bologna e Roma, dove è attivo Uber Black, e Napoli, dove opera Uber Taxi. In queste città ogni utente Uber avrà a disposizione due corse, dell’importo massimo di 25 euro l’una, con cui poter raggiungere i centri vaccinali e ricevere la propria dose. È anche possibile prenotare una corsa per conto di una terza persona, ad esempio un amico o un parente che non abbia sufficiente dimestichezza con le app.

La procedura per usufruire del viaggio gratuito è molto semplice: basterà aprire l’app Uber, recarsi nella sezione “wallet“, tappare su “Aggiungi codice promozionale” e aggiungere il codice attivo nella propria città: per esempio ANDIAMOROMA per Roma, ANDIAMOMILANO per Milano, ANDIAMONAPOLI per Napoli e ANDIAMOBOLOGNA per Bologna.

Sarà poi possibile scegliere dalla schermata home il punto di partenza o arrivo, tenendo a mente che la corsa dovrà terminare o iniziare presso uno dei centri vaccinali attivi nelle 4 città. Per la sicurezza dei passeggeri, inoltre, Uber adotta il Protocollo di Sicurezza “Porta a Porta”, che prevede la costante sanificazione dei veicoli e l’obbligo di indossare la mascherina per autisti e passeggeri, a cui viene anche fornito del gel disinfettante. Gli autisti dovranno dimostrare di indossare la mascherina scattandosi un selfie prima di iniziare il servizio e lo stesso dovranno fare i passeggeri, ma soltanto se già segnalati in passato per non averla indossata.