blank

Una batosta è in arrivo per milioni di italiani in questi primi mesi del 2021. Il Fisco, infatti, è pronto ad inviare a cittadini privati ed aziende le cartelle esattoriali bloccate nell’ultimo anno, a causa della pandemia Covid. Il 2021 sembra essere l’anno in cui saranno sbloccati i pagamenti di tasse arretrate nei confronti dell’Agenzia delle Entrate dopo i numerosi rinvii a colpi di decreto.

Fisco, più di 50 milioni di cartelle esattoriali per 9 milioni di italiani

Ci sono ben 9 milioni di italiani, sulla base dei calcoli autunnali, che nei prossimi mesi dovranno saldare i loro debiti verso il Fisco. In totale, l’Agenzia delle Entrate ha programmato da questo momento fino alla fine dell’anno, l’invio di ben 50 milioni di cartelle esattoriali. 

La strategia prevista sarà quella della contingentazione. Anche per evitare flussi enormi di spedizioni a Poste Italiane, il Fisco ha optato per una divisione congrua delle cartelle esattoriali nel corso del 2021. In questo primo mese di gennaio, è pronto all’invio il primo pacchetto composto da cinque milioni di richieste di pagamento.

Non ci sono ancora indicazioni, invece, sui metodi di pagamento. Il dibattito politico, in tal senso, è ancora nel vivo. Non è tramontata infatti l’ipotesi di un’azione di saldo e stralcio nei confronti del Fisco. In tal caso, alcune categorie di debitori potrebbero rottamare la cartella esattoriale pagando solo una parte di questa in unica soluzione o in diverse rate mensili.

La possibilità della rottamazione resta tuttavia solo un’ipotesi. Ulteriori decisioni saranno prese nelle prossime settimane dai decisori politici, sulla base anche dell’andamento della pandemia.