Giulietta

Stellantis, la nota multinazionale produttrice di autoveicoli, ha il forte desiderio di mettere le radici nel segmento premium con un’auto tutta italiana. Sembra che sia proprio la Giulietta 2022 che avrà l’arduo compito di avvicinarsi sempre di più alle concorrenti tedesche.

 

Stellantis e l’attacco al segmento premium con Alfa Romeo Giulietta

Jean-Philippe Imparato, protagonista della rinascita di Peugeot, ora è alla guida di un percorso tutto in salita con Stellantis. Sarà lui a portare, forse, il marchio Alfa Romeo nel mondo delle auto Premium e con la Giulietta 2022.

Diversamente da quanto fatto negli scorsi anni, questa volta il desiderio di rilanciare il Made in Italy nel mondo delle auto di alto livello c’è tutto. Stellantis sembra davvero essere determinata e Giulietta 2022 l’auto giusta per questo obbiettivo. Il suo carattere Alfa la dice lunga sul possibile esito di questa sfida.

Giulietta, dopo dieci anni che è uscita di produzione, resta comunque una delle auto più amate. Basti pensate ai successi di vendita che ha raggiunto non solo in Italia, ma anche in Europa. Dopo il restyling 2021 di Stelvio e Giulia, eccola in programma per un rilancio che sarà la grande novità per il 2022.

 

Ecco quali saranno le motorizzazioni e le tecnologie per la compatta di casa Alfa Romeo

Non ci sono dubbi sul fatto che Alfa Romeo sfrutterà le piattaforme modulari e le tecnologie di PSA. Infatti Giulietta 2022 con molta probabilità utilizzerà la piattaforma EMP2 della Peugeot 308 e della Citroen C4. Una scelta indispensabile se si vuole dotare la futura vettura di motorizzazioni ibride o completamente elettriche. Anche perché oggi è necessario affrontare il mercato dell’elettrico nonostante il diesel sia ancora tra i motori preferite. Questo anche per cavalcare l’onda dei nuovi incentivi che l’Europa sta programmando.

Nondimeno non dovrebbero mancare anche gli ormai famosi motori di FCA, i FireFly che possono raggiungere i 180 CV. Tuttavia per mantenere il suo carattere, Alfa Romeo non potrà transigere sul design unico nel suo genere e sulla sua peculiare resa di guida su strada. Caratteristiche queste imprescindibili che se modificate farebbero sicuramente storcere il naso agli amanti del Biscione.

Inoltre occorre ricordare che, rispetto alla Peugeot 308 e alla Citroen C4, Stellantis vuole creare una Giulietta raffinata, con finiture top. Insomma un’auto pronta per sfoggiare le sue qualità nel mondo delle auto premium senza invidiare nulla alle altre.