netflixIl colosso californiano Netflix ha superato i 200 milioni di abbonati, ed è arrivato ufficialmente a quota 203,6 milioni. Probabilmente, molto è stato dovuto anche alla crescita esponenziale del 2020 per via dei vari lockdown nazionali utili a contenere la pandemia da Covid-19. In definitiva, il servizio streaming ha guadagnato 37 milioni di abbonati nel 2020 grazie a un quarto trimestre in cui se ne sono aggiunti circa 8,5 milioni.

Il fatturato è di quasi 25 miliardi di dollari, ed e 2,7 miliardi di utile netto sull’intero anno. Netflix, però, pare che già abbia messo le mani avanti per il 2021, dicendo che probabilmente non si rivedranno i numeri visti nel 2020. Questo anche a causa di nuovi servizi streaming che sono in procinto di arrivare.

 

 

Netflix: anno da record per il colosso statunitense

L’azienda, per il primo trimestre 2021, si aspetta un aumento degli abbonati pari a 6 milioni di unità. Inoltre, mentre il mondo finanziario potrebbe non accettare di buon grado la stima, i dirigenti mettono in evidenza che Netflix non ha bisogno di “raccogliere finanziamenti esterni” per le operazioni quotidiane. Ciò significa che l’azienda non deve richiedere più prestiti, e in futuro potrebbe riacquistare una parte delle azioni sul mercato.

Una delle serie di maggior successo è sicuramente “La Regina di Scacchi“, visionata da oltre 62 milioni di famiglie nelle prime quattro settimane. Mentre, per quanto riguarda i film originali della piattaforma, c’è The Midnight Sky di Geroge Clooney, con 72 milioni di famiglie raggiunte in un solo mese. Questi successi potrebbero essere battuti in futuro, proprio perché quest’anno il servizio vuole aggiungere al catalogo almeno un film a settimana, senza contare le nuove serie o le nuove stagioni di quelle che già ci sono.