Truffe Call Center: i malfattori continuano a colpire le prede più ingenue

Purtroppo nel corso degli anni i truffatori e i malintenzionati hanno escogitato tutta una serie di nuove truffe. Una delle più recenti e diffuse, in particolare, è quella legata ai Call Center. Lo scopo è quello di convincere i malcapitati a pronunciare alcune parole chiave che vengono successivamente utilizzate per truffarli.

 

Truffe Call Center: ecco cosa sono e come difendersi

Le nuove truffe dei Call Center colpiscono ogni giorni numerosi utenti. Lo scopo principale per i truffatori è quello di riuscire a estrapolare dalla vittima alcune parole chiave che serviranno alla fine per mettere in atto la truffa vera e propria. Per fare questo, in particolare, gli operatori telefonici fingono di essere cordiali e disponibili quando effettuano una chiamata alla vittima prescelta. Dopo di che, durante la telefonata propongono numerose domande e registrano prontamente le risposte.

Tuttavia, è proprio grazie a queste risposte da parte dell’utente (risposte del tipo “Sì” e “No”) che parte la truffa. Una volta registrata la chiamata, infatti, i finti operatori telefonici riescono a portare a termine un vero e proprio contratto telefonico tramite l’assemblaggio di queste parole chiave. Il tutto avviene ovviamente anche se la vittima non ha mai accettato offerte di alcun tipo.

In questo ultimo periodo, è stata inoltre individuata una tipologia particolare di questa truffa Call Center. Nello specifico, tramite due chiamate da parte di finti operatori di compagnie telefoniche o energetiche, i truffatori (che si spacciano spesso per dei consulenti dell’Unione Nazionale dei Consumatori) convincono il malcapitato a disdire il proprio contratto e lo convincono a firmarne uno nuovo (ovviamente falso) presso una nuova compagnia apparentemente più conveniente.