ho mobileÈ ormai da qualche giorno che si parla di Ho Mobile e della privacy dei suoi clienti. Tutto è iniziato con l’annuncio, da parte di un sito di sicurezza digitale, della possibilità che i dati personali di circa 2 milioni e mezzo di utenti possano essere finiti sul Dark Web.

Benché il gestore telefonico virtuale abbia immediatamente smentito la notizia sono tante le segnalazioni degli utenti; proprio nel periodo incriminato si sarebbe registrato un netto aumento di dati sottratti e schede clonate. A questo oggi però si aggiunge un fatto se possibile ancora più preoccupante di una falla nella sicurezza. Secondo alcuni portali infatti il primo a violare la privacy dei propri utenti sarebbe proprio Ho Mobile. Ma facciamo chiarezza.

Ho Mobile: la privacy degli utenti

 

Prima di continuare va specificato che ad oggi non ci siano prove effettive di quanto dichiarato e la notizia possa essere equiparata ad un rumor. Stando a quanto riportato dal portale Punto Informatico infatti sarebbe proprio il gestore telefonico il primo ad aver violato la privacy degli propri utenti.

Se la notizia dovesse rivelarsi vera, ribadiamo che ad oggi si tratta solo d’un rumor, sarebbe una dura mazzata sia per la compagnia, che si appoggia alla rete Vodafone, che per gli utenti della stessa. Ora non resta che attendere il normale svolgimento delle indagini delle forze dell’ordine, tuttavia per tutti gli utenti del gestore telefonico virtuale sarebbe meglio prestare attenzione; fortunatamente, allo stato attuale delle cose, non è ancora giunto il momento di cambiare gestore telefonico.