bollo autoChi non vorrebbe ottenere il Bollo Auto Gratis? Sono anni che si dibatte in merito a quella che appare come l’imposta più ingiusta in assoluto. Milioni di italiani si trovano a rimpinguare le casse di uno Stato che pretende il versamento del corrispettivo per il possesso degli autoveicoli. Tanto più sono potenti e tanto più incide il costo finale sulla base delle singole disposizioni regionali.

Per comprendere quanto questa tassa sia importante per l’amministrazione locale si pensi all’ultimo rapporto ufficiale. Per le immatricolazioni globali si sono tirate le somme su quasi 7 miliardi di euro di fondo annuale in ingresso. Difficile che si possa votare la rinuncia unilaterale dopo la recente crisi economica ed un prospettato PIL in contrazione dal 4 al 9% su base annua.

Nonostante questo il lockdown ha spinto il Governo a concedere maggiore autonomia alle Regioni che hanno deciso per conto proprio sul rinvio ed in alcuni casi sulla completa esenzione bollo auto per un periodo di tempo ragionevolmente lungo. Ecco le ultime novità.

 

Sospensione bollo auto: ecco dove

  • Lombardia – sospensione 8 marzo – 30 settembre, pagamento limite entro il 31 ottobre 2020.
  • Campania – sospensione 1 giugno – 31 agosto, pagamento limite entro il 30 settembre 2020.
  • Abruzzo, Marche, Calabria, Liguria e Valle D’asta – sospensione fino al 30 giugno, pagamento limite entro il 31 luglio.
  • Piemonte – sospensione fino al 31 maggio 2020, pagamento entro il 15 luglio 2020.
  • Sicilia – sospensione 8 marzo – 2 novembre, pagamento entro il 30 dicembre 2020.
  • Provincia autonoma di Trento – sospensione fino al 31 ottobre 2020, pagamento entro il 30 novembre.
  • Lazio, Toscana, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Provincia autonoma di Bolzano – proroga del pagamento scaduta al 30 giugno 2020.
  • Calabria, Liguria e Valle D’aosta – sospensione fino al 30 giugno, pagamento entro il 31 luglio 2020.
  • Puglia, Umbria, Molise, Basilicata e Sardegna – nessuna proroga al pagamento.

Diversa, invece, la situazione interna prospettata in Emilia Romagna dove l’imposta di possesso viene ridotta a 0 Euro per coloro che passano alle auto di tipo ibrido. Nel caso in cui l’ammontare richiesto sia limitato entro i 191 Euro annui, infatti, è previsto un totale scorporo spese per un periodo totale id 3 anni a partire dalla data di richiesta (da fare spontaneamente).

Verifica sul sito della tua Regione se vi sono ulteriori cambiamenti in atto per la gestione dei pagamenti. Vista la difficile situazione, infatti, non è da scartare l’ipotesi di ulteriori interventi a breve termine.