WhatsApp: allarma furto profili, ecco come vi rubano l'identità

Ascoltando le varie descrizioni dei milioni di utenti che utilizzano uno smartphone, WhatsApp risulta l’applicazione migliore e più innovativa di sempre. Su queste caratteristiche non si può disquisire, dal momento che il colosso colorato di verde è stato una delle più grandi invenzioni del III millennio.

In questo caso però bisogna valutare anche i rischi che si corrono ad utilizzare una piattaforma di messaggistica del genere. Sono tante infatti le persone che spesso e volentieri lamentano di essere venute a contatto con alcune truffe molto pericolose. Durante l’ultimo periodo su WhatsApp sarebbe circolando una paura molto grande: quella di perdere il proprio profilo. Ci sarebbe infatti un’organizzazione in grado di rubare gli account agli utenti in fase di registrazione, semplicemente facendosi mandare il codice di verifica. A tal proposito si sarebbe mossa anche la polizia di Stato che avrebbe diramato un comunicato ufficiale.

 

WhatsApp: la polizia di Stato lancia il comunicato per mettere in guardia gli utenti

Per attivare l’App di messaggistica Whatsapp sul proprio smartphone – si legge sul profilo Facebook del Commissariato di PS Online – è necessario inserire uncodice che viene inviato tramite SMS sul dispositivo. Tramite questa procedura i cybercriminali riescono a far recapitare alla vittima un SMS nel quale viene chiesto l’invio di tale codice facendo apparire come mittente il numero di telefono di un contatto presente in rubrica.
L’invio del codice permette agli stessi di poter attivare un nuovo Whatsapp su un dispositivo diverso ma riferito al numero telefonico della vittima prescelta che, di fatto, ne perde la “proprietà
”.”