Virus TaxLa crisi economica, causata dal Coronavirus, ha colpito vari settori creando una crisi economica davvero senza precedenti. L’inizio della fase 2 ha dato una ventata di aria fresca all’economia e alla vita di tutti gli italiani i quali possono man mano tornare alla loro quotidianità. Dal web, purtroppo, arrivano spesso delle notizie poco incoraggianti e una di queste riguarda un’ipotetica tassa chiamata Virus Tax. Si tratterebbe di un’imposta necessaria per risanare le casse dello Stato.

Ovviamente la notizia ha provocato feroci polemiche creando molta confusione. Tuttavia, molti non si sono resi conto che in realtà la Virus Tax è solamente una fake news. Apparentemente questa potrebbe sembrare un’azione risolutiva, ma in realtà lo Stato non ha alcuna intenzione di immettere imposte al pubblico, quindi si tratta solo di un ennesimo caso di disinformazione.

 

Virus Tax: gli italiani protestano per la tassa, ma in realtà è solo una fake news

La notizia sembra aver fatto il giro dell’Italia, proprio per questo il Governo ha deciso di intervenire tramite la Vice Ministra Laura Castelli per il Ministero dell’Economia: “In queste ore, gira con insistenza, nelle varie chat, l’ennesima bufala. Voglio dirlo con forza, non c’è nessuna “Virus Tax”. Abbiamo chiuso un decreto con le risorse deliberate dal Parlamento, che ha autorizzato uno scostamento dei saldi di bilancio di 25 miliardi. Chiunque voglia speculare con false notizie su eventuali tasse, si metta la mano sulla coscienza. Non c’è nulla di più falso. In un momento particolarmente delicato per il Paese, mi sento di chiedere un aiuto anche al mondo dell’informazione per isolare le fake news. Noi, maggioranza e opposizione, stiamo collaborando, più che mai, per mettere in campo tutte le misure necessarie a fronteggiare gli effetti del coronavirus, sia dal punto di vista sanitario, che da quello economico. Faremo tutto quello che serve per sostenere l’Italia e gli italiani”.