spaceX-sn4-incendio

Si sa che molto spesso dopo una buona notizia molto spesso ne segue una cattiva. SpaceX, azienda guidata da Elon Musk, reduce dal grande successo nel lancio di qualche ora fa ha infatti avuto qualche problemino con il suo prototipo di Starship. La navicella SN4 è infatti esplosa durante uno dei test criogenici nella stazione di Boca Chica.

Sembrava che non dovessero esserci problemi, il NOTAM della FAA era già stato emesso e invece qualcosa sarebbe andato storto subito dopo lo spegnimento di uno dei motori Raptor.

SpaceX: problemi al motore Raptor nei test della SN4

I test della Starship SN4 della SpaceX stavano andando alla grande, erano infatti già stati superati 4 test criogenici. Questi, operati sia con i motori Raptor che usando dei serbatoi per l’immissione direttamente nel motore.

Al quinto tentativo qualcosa è però andato storto, non tanto nel momento dell’accensione ma nelle fasi successive. Dopo lo spegnimento del motore infatti la pressione dei serbatoi viene mantenuta costante attraverso un processo di fuoriuscita del vapore denominato Venting. Questo permette di svuotarli in maniera sicura, ma non questa volta.

E’ probabile che una perdita di metano e ossigeno sia entrata in contatto con la fiamma di sfiato del metano adiacente la Starship, causando quindi la fragorosa esplosione. Sfortunatamente non è stata ancora dichiarata la causa ufficiale dell’inconveniente, anche se alcuni ingegneri avrebbero una teoria.

Il 19 maggio infatti la SN4 aveva avuto un piccolo incidente dopo uno dei test. Questo aveva causato un incendio che sembrava avesse danneggiato solo in parte le tubazioni sulla base del razzo. Tuttavia è probabile che parte dei danni non sia stata calcolata adeguatamente e quindi non si sia provveduto alle corrette riparazioni.

L’incendio avrebbe infatti avuto origine dal GSE (Ground Support Equipment) e non dal razzo stesso. Questo spiegherebbe quindi l’esplosione, visto il coinvolgimento delle tubazioni che portano il carburante ai serbatoi della Starship.

Se l’ipotesi fosse confermata, SpaceX dovrebbe ripensare la struttura del pad di lancio e non quella della navicella che nella sua 5 versione potrebbe essere identica a quella attuale. Non ci resta quindi che attendere ulteriori sviluppi per conoscere la verità.