ecommerce

Negli ultimi due mesi abbiamo sperimentato l’ecommerce come mai prima d’ora, obbligati come è accaduto spesso a rivolgersi agli acquisti online perché impossibilitati a uscire. Abbiamo aspettato i corrieri come fossero portatori di notizie dal fronte, e le aziende che ne hanno approfittato hanno sfruttato il mezzo come ancora di salvezza contro la chiusura.

Uno scenario di mercato dettato da un cambiamento forzato che ha convinto anche in tutti coloro che non avevano ancora fatto i passi necessari per effettuare acquisti online. L’ecommerce di aprile e maggio ha così registrato l’80% in più di vendite sui prodotti di largo consumo rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, trainato sopratutto dall’emergere prepotente della spesa online. Ma c’è già chi scommette che gli acquisti online diventeranno presto la forma preponderante di mercato nel prossimo futuro.

 

eCommerce diventerà la modalità di acquisto più utilizzata in futuro?

Quest’affermazione è suffragata dal fatto che il 75% di chi ha comprato online nell’ultimo mese non lo aveva mai fatto prima, dunque di conseguenza l’ecommerce ha guadagnato un bacino di utenza molto maggiore rispetto al passato. Per questa ragione moltissimi negozi che non puntavano affatto sulle vendite digitali potrebbero ottimizzare il loro sito o convertire all’online parte della propria attività di vendita grazie a questa fioritura digitale.

D’altronde le vendite in negozio, per così dire offline, non garantiranno una sostenibilità del business per diversi mesi, e se ci si affida a un buon vettore si può costruire qualcosa di grande con una piccola spesa di ammodernamento dei propri sistemi informatici. Complici di questa opportunità saranno anche i nuovi trend di consumo degli Italiani, e bisogna quindi dotarsi di una strategia di gestione dei propri flussi di business online.

Per chi invece è alle prime armi e vuole comunque investire nell’ecommerce esistono soluzioni smart pensate per consentire una partenza rapida e un controllo fluido del proprio negozio online demandando a molti automatismi o ad aziende terze la gestione degli aspetti più tecnici. Le aziende attive nel settore IT sono moltissime e offrono tutto il know how che state cercando per partire da zero o ammodernare quanto già a disposizione per organizzare una piattaforma di vendita online.