smartphoneE’ ormai acclarato che gli smartphone emettono radiazioni elettromagnetiche probabilmente in grado di causare l’insorgere di malattie nell’organismo umano. Indipendentemente dal modello di cui l’utente è effettivamente in possesso, è sempre necessario prestare attenzione e seguire l’utile vademecum che permetterà di ridurre al massimo l’esposizione nel corso della giornata.

Indipendentemente da ciò, è bene sapere che ogni smartphone in commercio viene adeguatamente misurato e controllato, in particolar modo ne viene calcolato il cosiddetto SAR. Questi è l’acronimo di tasso di assorbimento specifico, viene indicato in watt su chilogrammo, e va ad indicare il quantitativo di radiazioni assorbite dal corpo umano per unità di peso. Per proteggere la popolazione, l’Unione Europea ha imposto un limite di 2 W/Kg a tutti i dispositivi in vendita sul territorio.

Le differenze tra l’uno e l’altro sono davvero minime, ma per chiarezza, la German Federal Office for Radiation Protection ha realizzato una interessante lista ordinando gli smartphone in base al SAR “raggiunto”. Ci teniamo a precisare che se in possesso di un modello al “primo posto” della classifica, non sarete più a rischio degli altri, semplicemente il dispositivo emetterà più radiazioni, ma come detto la differenza è davvero minima.

 

Smartphone e Radiazioni: i modelli più pericolosi

  • Xiaomi Mi 9 – 1,389 W/Kg.
  • One Plus 5 e Google Pixel 3XL – 1,39 W/Kg
  • Huawei Nova Plus  – 1,41 W/Kg
  • Huawei P9 – 1,43 W/Kg
  • Huawei GX8 – 1,44 W/Kg
  • Xiaomi Mi Mix 3 – 1,45 W/Kg
  • Motorola Moto Z2 Play – 1,455 W/Kg
  • Huawei P9 Plus – 1,48 W/Kg
  • Honor 8 e OnePlus 6T – 1,5 W/Kg
  • Xiaomi Mi Max 3 – 1,58 W/Kg
  • Sony Xperia Tipo Dual – 1,62 W/Kg
  • Huawei Mate 9 – 1,64 W/Kg
  • OnePlus 5T – 1,68 W/Kg
  • Sony Xperia XA2 Plus – 1,9 W/Kg
  • Xiaomi Black Shark 2 – 1,92 W/Kg.