pokemon go

Aziende come Sprint, McDonald e AT&T hanno sponsorizzato giochi come Pokémon GO e Harry Potter: Wizards Unite già da tempo ormai. L’idea: trasformare il punto vendita in un grande punto di aggregazione per il gioco e dare ai giocatori qualche motivo per fermarsi, in modo da aumentare il ​​traffico pedonale.

Finora, tuttavia, il sistema di sponsorizzazione è stato realmente aperto solo a queste mega catene. Starbucks è riuscito a trasformare tutti i suoi negozi in Pokéstop, ma gli altri negozi per adesso non hanno avuto molta fortuna.

Questo cambierà entro la fine dell’anno, poiché la società sta aprendo una piattaforma self-service per le piccole e medie imprese che cercano di sponsorizzare il loro punto vendita.

I dettagli non sono ancora chiari, ma Niantic afferma che inizieranno ad accettare le domande domani e lanceranno un programma beta di “accesso anticipato” entro la fine dell’anno. Come praticamente per tutto ciò che fa Niantic, lo stanno implementando regione per regione; in questo caso, sarà inizialmente aperto solo alle aziende statunitensi. Le prime nuove sedi sponsorizzate dovrebbero iniziare a presentarsi a dicembre.

 

Una decisione davvero interessante

Le posizioni “sponsorizzate” tendono ad avere lievi vantaggi rispetto alle loro controparti non sponsorizzate. Le palestre sponsorizzate in Pokémon GO, ad esempio, sono quasi sempre posizioni “EX Raid”, e ciò signifiica che li potrai combattere solo ottenendo un biglietto EX, dove ci sono spawn di PKM molto più potenti del normale. Anche su Harry Potter: Wizards Unite verranno distribuiti più XP e più energia.

Oltre a essere in grado di pagare per avere una posizione in-game sponsorizzata, queste aziende saranno anche in grado di pagare per pianificare cose come i raid Pokémon GO (battaglie più grandi e cooperative con i boss che spesso richiedono 5-10 giocatori che lavorano insieme per vincere) durante le fasce orarie in cui il traffico pedonale potrebbe essere lento. E poiché il traffico pedonale è solo una parte dell’equazione, le aziende sponsorizzate saranno anche in grado di offrire offerte e promozioni in-game per trasformare (si spera) coloro che acquistano qualcosa.