Canone rai

Una nuova ondata di truffe sembra aver invaso le caselle della posta elettronica di molti Italiani. Questa volta, però, non si tratta della solita frode bancaria ma bensì, i nuovi tentativi, hanno preso a soggetto il Canone Rai. Come rinomato l’imposta sulla televisione rappresenta un problema da sempre e per molti utenti, i quali stanchi di doverla pagare hanno richiesto più e più volte la relativa abolizione. I cybercriminali che pause non ne prendono mai, invece, hanno deciso di utilizzare questo pagamento per poter attrarre nuove vittime e, come sempre, portare a termine i loro piani.

Canone Rai: attenzione alle email che si ricevono poiché false

Il Canone Rai è un imposta che assoggetta chiunque possegga un dispositivo in grado di decodificare e visualizzare il segnale del digitale terrestre. Inserito direttamente in bolletta, il pagamento dell’imposta è diventato un problema per molti telespettatori che ancora non hanno ottenuto ciò che desiderano: la cancellazione totale del tributo. Proprio per questo motivo, una nuova ondata phishing ha deciso di sfruttare questo soggetto e stando alle segnalazioni, la situazione sarebbe persino grave.

Essa ha luogo sulla posta elettronica di diversi contatti e si manifesta attraverso una email che avvisa l’utente di avere diritto ad un rimborso dato che il Canone Rai è in fase di abolizione (ovviamente tutto ciò è falso). In allegato a tale testo vi è persino un portale (che altro non è che la copia di quello dell’Agenzia delle Entrate) che dovrebbe essere utilizzato per ricevere questo accredito. Non vi è bisogno di dire che tutto ciò è finalizzato solo a rubare dati personali e ad appropriarsi di materiale utile per ulteriori truffe, quindi ciò che vi consigliamo è di prestare molta attenzione.