postepayGli utenti in possesso di una PostePay sono sempre sotto attacco, nell’ultimo periodo in tantissimi hanno segnalato messaggi truffa proposti con il chiaro intento di rubare i dati sensibili di tutti i consumatori che invece vorrebbero essere solamente lasciati in pace.

Il phishing è il filo comune di tutti i tentativi di truffa, l’utente riceve un messaggio di posta elettronica in cui viene invitato alla pressione di un link interno per riattivare l’account o impostare una nuova password, dopo i tentativi di accesso non desiderati. Tralasciando l’aspetto allarmistico del corpo del testo, ciò che fa cadere i clienti in tentazione è proprio il mittente (viene scritto Poste Italiane) ed il sito a cui poi sarà possibile collegarsi (in tutto e per tutto somigliante all’originale).

Seguendo le indicazioni, tuttavia, si andrebbero a consegnare le informazioni direttamente nelle mani dei malviventi, dandogli così libero accesso ai conti correnti.

 

Postepay e le truffe: come tutelarsi?

Per tutelarsi le cose da fare sono sostanzialmente un paio, prima di tutto nel momento in cui ricevete un simile messaggio di posta elettronica cancellatelo immediatamente e non dateci alcun peso. Nell’eventualità in cui comunque vogliate cambiare la password per sicurezza, aprite il browser e digitate l’indirizzo direttamente nell’apposita barra, non affidatevi a link particolari.

In secondo luogo potreste attivare il nuovo servizio di SMS alert proposto da Poste Italiane, in questo modo ricevereste un messaggio testuale tutte le volte che viene registrata una spesa con la vostra carta ricaricabile. Non vi aiuterà ad impedire il furto, ma almeno potreste limitare i danni.