Il bollo auto è un tributo regionale che si applica sugli autoveicoli e i motoveicoli immatricolati in Italia. Il costo affligge milioni di italiani ma qualcuno gioisce, in quanto usufruisce dell’esenzione del bollo.

Quali sono i casi in cui si applica questa esenzione?

Esenzione del bollo per i disabili:

La legge n. 104 del 5 febbraio 1992 dichiara che sono esentati dal pagamento del bollo auto i soggetti disabili che fruiscono di veicoli a benzina con cilindrata non superiore a 2000 cm3 e diesel con cilindrata non superiore a 2800 cm3.

Le categorie di persone a cui spetta l’esenzione sono:

  • persone non vedenti e sorde
  • disabili con handicap psichico o mentale che hanno una dichiarazione sanitaria di indennità di accompagnamento
  • disabili con grave limitazioni motorie dovute da molteplici amputazioni

L’individuo disabile gode di tale sgravo quando è sia lui stesso l’intestatario della macchina, sia quando l’intestazione è a nome di un familiare.

Nel caso di auto storiche con la legge stabilità 2015, le auto tra i venti e i ventinove anni sono rientrate nel mirino di tale pagamento.

Le auto con più di trent’anni, sono sottoposte unicamente ad un pagamento provinciale di trascrizione, comunemente ridotto alla sigla IPT, del valore di 51,65 Euro, a cui eventualmente è possibile vedersi applicata una tassa forfettaria, nel momento in cui l’auto è in circolazione su aree pubbliche.

Infine abbiamo il caso delle automobili ecologiche. Ma attenzione! Anche in questo caso non tutte possono definirsi salve. Le norme di applicazione di questa esenzione variano da regione a regione.

Gli autoveicoli, i motocicli e i ciclomotori con motore elettrico godono dell’esenzione dal pagamento del bollo auto per 5 anni a partire dalla data di prima immatricolazione.

Per quanto riguarda le auto ibride, in alcune regioni l’esenzione esiste, dai tre ai cinque anni, mentre in altre il bollo si paga. Tutto dipende dall’anno di immatricolazione della macchina.

I casi sono svariati, per qualsiasi dubbio recatevi al vostro comune per sapere le regole regionali!

 

Fonte:https://www.motorionline.com/2017/11/21/bollo-auto-quali-auto-non-lo-pagano/