5g

Un evento che ultimamente sta creando molto scalpore tra la rete è l’introduzione del 5G come nuova rete che sostituirà ed implementerà nuove potenzialità all’interno del palcoscenico informatico italiano.

Si è parlato soprattutto molto per quanto riguarda i rischi collegati alla salute, ma per quanto possano dire le fake news, non esiste nessun rischio che non sia stato già valutato attentamente, e quindi per adesso possiamo solo goderci la potenza e velocità di questa nuova rete. Il 5G può raggiungere i 20 Gbps in download e fino ai 10 in upload, un cambiamento dovuto anche al cambio delle frequenze, che passano da 5 a 300GHz.

Questa nuova concezione di internet, rivaluta questioni come la presenza degli articoli interconnessi per la Smart Home, che nei prossimi anni avranno un ruolo importante in tutte le case. Per non parlare poi delle infinite possibilità legate allo streaming di contenuti e videogiochi, operazioni che richiedono una grande quantità di banda in upload.

Leggi anche:  5G meglio del 4G: la nuova rete di TIM e Vodafone sarà più sicura e veloce

 

Huawei e lo sviluppo del 6G

Ma non è finita qui, perchè mentre noi festeggiamo per l’arrivo del 5G, c’è già chi sta un passo avanti: il team di Ricerca e Sviluppo di Huawei, in Canada, ha intrapreso a sperimentare le principali tecnologie per l’introduzione della prima rete 6G al mondo.

Per adesso, il progetto è ancora molto teorico, e serviranno sicuramente finanziamenti e infrastruttire all’avanguardia, ancora più potenti di quelle utilizzate adesso. Le implementazioni potrebbero arrivare ovunque: dalla robotica, alle banche, alle famiglie, chiunque potrebbe compiere qualsiasi azione online in tempi davvero irrisori.

Secondo alcuni report quelli di Huawei Labs in Canada hanno quindi effettivamente iniziato a lavorare alla tecnologia per il 6G.