Dopo una lunga attesa, finalmente i clienti italiani potranno usufruire della nuova rete mobili di quinta generazione, meglio conosciuta con il nome di 5G. Secondo le informazioni che stanno emergendo da diversi mesi, la rete 5G rivoluzionerà il modo di interagire con il proprio smartphone. Non solo, tale rete porterà anche delle novità nel settore industriale, soprattutto per il servizio Internet of Things e automotive.

Oltre ad un miglioramento delle prestazioni per lo scorrimento delle pagine web, c’è anche un salto di qualità per le chiamate, possibilità di inviare file multimediali online anche nei luoghi pieni di gente e condivisione di più dispositivi smart tra di loro.

 

Le città che raggiungono il 5G e le prime offerte

Come detto precedentemente, la maggior parte dei clienti Tim, Vodafone, Wind e Tre Italia, stavano aspettando questa notizia con grande fermento. A tale proposito, i primi operatori a garantire questo nuovo servizio sono stati Tim e Vodafone, ovvero i due leader attuali del settore della telefonia mobile.

Leggi anche:  Vodafone: nuove offerte ed Happy Friday, ecco il regalo di OGGI

Per essere precisi l’operatore Vodafone è stato il primo a lanciare un’offerta telefonica abbinata al 5G. La presentazione della sua rete Giga Network 5G è stata svolta lo scorso giugno, annunciando che la nuova infrastruttura avrebbe raggiunto una velocità massima di 2 Gigabit/secondo.

Le città che attualmente copre l’operatore rosso sono le seguenti: Milano, Torino, Bologna, Roma e Napoli. Per i suoi clienti Vodafone ha deciso di includere senza alcun costo aggiuntivo la nuova rete su qualche offerta come Shake it easy, Unlimited RED Smart, Unlimited RED Ultra, Unlimited RED Black e Vodafone One Pro.

Invece, l’operatore Tim è stato il secondo a proporre un’offerta che potesse includere la nuova rete di quinta generazione. A differenza dell’operatore rosso, Tim ha voluto lanciare un nuovo listino di offerte denominato Advance.

Ad oggi, Tim garantisce la nuova rete mobile nelle seguenti città: Roma, Napoli e Torino.