Facebook

Torniamo ancora una volta a parlare di Facebook e della criptovaluta Libra che dovrebbe sbarcare sul mercato nell’anno 2020. Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump si è scagliato contro la nuova moneta creata dalla piattaforma.

Abbiamo parlato solamente qualche giorno fa del Presidente Trump, in quanto la piattaforma Twitter gli ha proibito di bloccare utenti che lasciano commenti negativi sul suo profilo. Scopriamo ora come la pensa su Libra di Facebook.

 

Trump si scaglia contro Libra di Facebook

Ecco le parole del Presidente americano: “Non sono un fan di bitcoin e altre criptovalute, che non sono soldi e il cui valore è altamente volatile e basato sul nulla. Allo stesso modo Libra, la ‘moneta virtuale’ di Facebook, avrà poco sostegno ed affidabilità. Se Facebook e altre compagnie vogliono diventare una banca devono ottenere un nuovo documento di autorizzazione bancaria ed essere soggetti a tutte le regole bancarie, come le altre banche, sia nazionali che internazionali“.

Leggi anche:  Facebook: Sheryl Sandberg ha rilasciato un'interessante intervista

Ovviamente l’attacco è arrivato tramite un post su Twitter, piattaforma che il Presidente ama per esporre i propri pensieri. Secondo quest’ultimo “i cripto asset non regolati possono facilitare comportamenti illegali, compreso il commercio di droga ed altre attività illecite. In Usa abbiamo solo moneta reale, ed è più forte che mai, sia sicura che affidabile. E’ di gran lunga la moneta più dominante ovunque nel mondo, e sarà sempre così. E’ chiamata dollaro statunitense!“.

Anche il Presidente della Fed, Jerome Powell aveva espresso al Congresso tutta la propria preoccupazione per la nuova criptovaluta, aggiungendo che se ne parlerà la prossima settimana con i Ministri delle Finanze e i banchieri centrali dei paesi al prossimo G7 in Francia.