email attacco hacker account postaUn super attacco hacker è stato portato a termine nei confronti di milioni di utenti in tutto il mondo. I dati personali degli account email sono stati trafugati in quello che può essere considerato come il più grande hack della storia dell’informatica.

Nelle mani dei malviventi sono caduti 773 milioni di indirizzi e 22 milioni di password. Tutte le informazioni sono state catalogate in un database da 87 GB reso pubblico sul server hosting di Mega.

Abbiamo effettuato personalmente alcuni test tramite la piattaforma di controllo delle violazioni haveibeenpwned rilevando il furto dei nostri dati personali. Potete controllare voi stesse eventuali intrusioni. Il sito, nel momento in cui scriviamo, riporta il numero di violazioni perpetrate per l’attacco Collection #1 Accounts.

 

Hacker Collection #1 Attack: paura e timore per i dati personali

Se non avete usato una password robusta il rischio che il vostro account sia finito in mani sbagliate è decisamente alto. I report ufficiali riportano che nel 90% dei casi gli accessi indesiderati sono andati a buon fine. Così è successo anche per le nostre mailbox, come testimoniato dalle immagini che seguono.hacker emailAndando sul sito è sufficiente inserire l’indirizzo personale nel campo di testo e premere il pulsante pwned? per avviare la ricerca. Nel caso sopra menzionato appare una schermata rossa con le indicazioni sulle ultime violazioni e i consigli per cambiare parola chiave usando il noto servizio 1Password.

Se, invece, la schermata è come quella che segue non c’è timore ed il vostro account è al sicuro. Se si rientra nel primo caso il consiglio è quello di cambiare password immediatamente evitando le passphrase deboli e più comuni (nomi, cognomi, luoghi, città, diminutivi, nickname e così via).attacco hacker emailHai verificato che il tuo indirizzo email non sia stato soggetto all’attacco? Riporta i tuoi commenti e ricorda di salvaguardare sempre la tua privacy.

Leggi anche:  NASA in pericolo: milioni di dati rubati per mesi con un mini PC