truffa banca intesa sanpaoloSiamo alle solite… truffe per Intesa Sanpaolo. Il gruppo è estraneo alla faccenda che è stata segnalata prontamente dal gruppo Facebook  “Una vita da social” facente capo al gruppo di indagine della Polizia di Stato.

Fingendosi tecnici incaricati dalla banca, un gruppo di hacker non si sta facendo scrupoli nell’animare i timori degli utenti circa un presunto blocco dei prelievi allo sportello e delle carte. Minacciano di rendere inutilizzabili le carte per mancata rettifica dei dati personali, della carta e dell’IBAN. Facciamo attenzione a questo messaggio.

 

Truffa Intesa Sanpaolo: conti bloccati e carte non utilizzabili

Il messaggio che sta mettendo tutti gli utenti italiani del gruppo bancario Intesa Sanpaolo riporta quanto segue:

“Gentile XXXXXX,
l’ultimo controllo di sicurezza ha concluso che il tuo account ha alcune attività insolite, pertanto abbiamo limitato alcune funzioni come (pagamenti online, trasferimenti bancari e prelievi di denaro). Effettua il login al tuo account ed esegui i semplici passaggi per ripristinare completamente le funzioni del tuo account Si prega di confermare la propria identità attraverso il nostro collegamento sicuro”truffa messaggio Intesa SanPaolo

Questo è quanto ascritto nell’immagine riportata sopra dove si evince l’utilizzo di un sistema di traduzione approssimativo. Ciò dovrebbe già destare qualche sospetto che si conferma poi con il link sospetto che chiude ma mail di allerta. Si tratta di un nuovo messaggio truffa. Non c’è alcun dubbio.

Leggi anche:  Unicredit, BNL e SanPaolo tra nuove truffe e nuovi controlli del Fisco

Se si clicca il link indicato di viene condotti presso una URL fraudolenta il cui scopo è quello di salvare tutti i dati che indichiamo. Le informazioni saranno poi usate dagli hacker per accedere ai nostri conti per prelevare il denaro o spenderlo online per acquisti di ogni genere sul Dark Web. La Polizia fa giustamente sapere che la banca non ha nulla a che vedere con questa frode realizzata da qualche malintenzionato.

La banca non utilizza SMS o email per comunicare variazioni ed opere di manutenzione ordinaria e/o straordinaria sui conti correnti e le carte degli utenti. Se ricevete qualsiasi tipo di messaggio del genere diffidate sempre a priori. Con ogni probabilità è un tentativo di estorsione.

Segnaliamo l’accaduto al nostro ente, sporgiamo denuncia alle autorità presentando prova certa del messaggio e non inoltriamolo ai contatti. Blocchiamo poi il mittente e cestiniamo tutto. Intanto si segnalano anche 2 numeri truffa che chiamano per conto di Vodafone. Anche in questo caso identità e soldi finiscono in mani di perfetti estranei. Seguiamo anche in questo caso le regole base di comportamento contro i truffatori.