Huawei Mate 20 prende in giro Apple e Samsung

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha multato Apple e Samsung per un totale di 15 milioni di euro in seguito ad una complessa indagine che ha rilevato come entrambe le società forzavano l’installazione di aggiornamenti software che rendessero, all’insaputa dei possessori, i loro smartphone più lenti.

Una pratica denominata obsolescenza programmata voluta per spingere gli utenti all’acquisto di modelli successivi per rimpiazzare il proprio smartphone. Huawei non ha potuto resistere all’opportunità di prendere in giro i suoi due principali rivali e lo ha fatto pubblicando un messaggio tramite il suo account twitter ufficiale del Regno Unito.

 

Huawei non rallenterebbe mai i suoi smartphone: troll contro Apple e Samsung

Huawei ha affermato che la società non forzerebbe mai il rilascio e l’installazione di uno smartphone e sopratutto non rallenterebbe mai i suoi dispositivi. Inoltre, con l’inizio delle vendite di Huawei Mate 20 e Mate 20 Pro nel Regno Unito, l’azienda ha ribadito la velocità dei suoi device con gli hashtag “BornFastStaysFast” e “NeverSlowDown“.

Questa non è certamente la prima volta che Huawei si prende gioco dei suoi rivali. Verso la fine di marzo, in vista dell’annuncio del P20 Pro, l’azienda ha volutamente parcheggiato dei furgoni con gigantografie dedicate allo smartphone di fronte i negozi Apple e Samsung del Regno Unito.

Leggi anche:  MacBook Air 2018 da 13 pollici smontato da iFixit, ecco il risultato

Qualche mese dopo, a settembre, l’azienda cinese si è incaricata di distribuire delle powerbank Huawei agli Apple Addicted che aspettavano in fila di acquistare i nuovi iPhone XS e iPhone XS Max. Più recentemente Huawei ha trollato Apple durante la stessa presentazione del Mate 20 Pro.

In quel caso fu mostrato, davanti la stampa specializzata di tutto il mondo, la possibilità di ricaricare un iPhone XS Max con la funzione di ricarica wireless inversa presente propri su Mate 20 Pro di cui potete vedere la nostra video recensione più in basso.