antivirus AndroidGli Antivirus Android ci proteggono dalle minacce. Tale affermazione è insita in ognuno di noi ma la situazione è decisamente più complessa di così e merita di essere accuratamente valutata. Esaminiamo quindi pro e contro nell’uso di questi software per dispositivi mobili.

 

Antivirus Android: sì o no?

Fondamentalmente le correnti di pensiero sulla questione Antivirus Android sono due: pro e contro. C’è chi crede fermamente che questi prodotti garantiscano un grande margine di sicurezza e che li reputa superflui. La prima osservazione si basa sulla suscettibilità ai malware e la seconda sul fatto che l’OS sia basato su un kernel Linux solido ed affidabile.

Contrariamente a ciò che accade su Windows, di fatti, è quasi impossibile infettare il dispositivo con un virus online e tramite email. Nessun software può installarsi in automatico su un sistema base Linux. Cosa che ci porta a considerare il nostro telefono a prova di hacker.

In effetti siamo noi stessi ad autorizzare l’ingresso in campo dei malware, scegliendo (forse inconsciamente) di aprire un link o installare un’applicazione poco affidabile ma apparentemente utile. Il vero pericolo, in questo caso specifico, siamo proprio noi stessi.

L’altra corrente di pensiero, invece, è convinta che nonostante le contromisure vi sia comunque un margine di rischio (seppur minimo). Considerando questi fattori gli antivirus potrebbero tornare utili.

Leggi anche:  Xiaomi sta per lanciare un nuovo smartphone, si tratta del Mi 6S

 

Come si contrae un malware Android

Un APK esterno non verificato è il miglior modo per beccarsi un’infezione. Può accedere ai permessi di amministrazione e modificare a piacimento i parametri affinché concedano informazioni sensibili e dati che sarebbe opportuno mantenere al sicuro. Succede soprattutto per i dispositivi con root, ma nemmeno gli utenti comuni ne sono immuni.

Ma se si usa lo smartphone per installare APK è utile un antivirus che replichi l’azione di soluzioni come Google Play Protect per le app Android ufficiali? Nì. Non possiamo avere garanzia che il sistema di sicurezza possa riconoscere e sventare la minaccia. Il database potrebbe non essere aggiornato, visto che le app provenienti da market alternativi non si sottopongono agli standard previsti da Google Bouncer in fase di pre-publishing.

In questo caso è sempre meglio optare per il Google Play Store. Se proprio non potete fare a meno di scomodare i negozi alternativi allora sì, è meglio installare un antivirus efficace. In questi casi potete consultare la lista dei migliori antivirus in circolazione.