WhatsApp: incredibile nuovo trucco per spiare gli utenti in maniera legale

WhatsApp è una delle app più gravose per la memoria del nostro smartphone. Basta dare uno sguardo veloce ai dati per scoprire come la piattaforma occupi una consistente fetta di spazio sul disco rigido di tutti i device. I numeri in media ci dicono che il solo possesso dell’app sul dispositivo può costare dai 150 ai 250 MB.

Tali cifre indicano, quindi, un problema specialmente per chi è in possesso di cellulari datati con scarsa flessibilità di memoria. Basta pensare ai device con 16 GB di spazio, anche se oramai obsoleti. In queste poche righe cercheremo di mostrare tre metodi per risparmiare memoria su WhatsApp.

 

Tre soluzioni per liberare GB con WhatsApp

Uno dei migliori metodi è evitare il download automatico di tutto ciò che ci viene inviato. Tutte le volte in cui sul nostro cellulare arriveranno foto e video, i file non verranno automaticamente salvati. Tale via è proficua specialmente quando si ricevono numerosi video.

Leggi anche:  SMS sempre più evoluti ed utilizzati, Whatsapp e Telegram restano a guardare

Se necessitiamo di più GB, possiamo sempre avvalerci dell’eliminazione di chat “pesanti”. WhatsApp ci consente di cancellare pezzi e sezioni di conversazioni senza perdere il loro contenuto, effettuando un semplice backup o inviando le chat via mail.

Altra grande soluzione è il ripristino dell’app. Di tanto in tanto, sarebbe opportuno cancellare WhatsApp dallo smartphone (dopo aver effettuato un backup) al fine di reinstallare la piattaforma con un altro download. I nostri dati saranno al sicuro e, cosa di non poco conto, saranno eliminati tutti i file temporanei inutili e pesanti.