tim, wind, tre, vodafone (3)

Grazie all’AGCOM sono state rese pubbliche le statistiche riguardanti il 2017 in cui ci sono stati diversi disservizi telefonici ma altrettanti rimborsi ottenuti grazie ai Corecom. Dati alla mano nel 2017 sono state contate ben 120.000 istanze di cui però ben 40 milioni di euro sono stati destinati ai diversi clienti come rimborso in conseguenza a questi problemi di cui erano state le vittime.

Grazie ai vari Corecom infatti sono stati possibili, non solo evidenziare questi disservizi subiti, ma soprattutto poter ottenere i diversi rimborsi; ed è proprio a causa dell’elevato numero di istanze create, come conseguenza di questi problemi, che l’AGCOM ha dovuto creare un sistema operativo online con lo scopo di aiutare sempre più persone e ridurre ovviamente i tempi di assistenza necessaria, cercando anche una risoluzione direttamente per via telematica senza doversi forzatamente recarsi fisicamente in qualche ente specifico.

Tra le maggiori segnalazioni ottenute spiccano senza dubbio le problematiche riguardando il cambio di operatore del nostro telefono fisso domestico, in quanto si distanziano troppi giorni e ulteriori ritardi nell’installazione della nuova linea. Altri problemi riguardano le fatture nelle quali, spesso, si trovano dati e numeri ingiustificati e sbagliati; interruzioni o sospensioni del servizio, i cui clienti che hanno sempre rispettato le rette da pagare e le scadenze debbano, dulcis in fundo, addirittura avere a che fare con l’attivazione di ulteriori servizi ai quali nessuno ha mai dato l’approvazione: insomma i problemi sono davvero numerosi e di diverso genere.

Tim, Wind, Tre, Vodafone e operatori virtuali: i problemi sono svariati

Fortunatamente è in questi casi in cui interviene a nostro favore Corecom. grazie al quale davvero molte persone sono riuscite ad avere giustizia in seguito ai diversi problemi subiti, così da far tornare la situazione calma e risolta da ambo le parti.

Penso che avere questi problemi possa capitare date le, ormai, molte cose che hanno da gestire i diversi enti telefonici, affinché questi però hanno sempre un lieto fine che non intacchi mai, ingiustificatamente, il cliente. Perchè è impossibile che il cliente, nella sua totale innocenza, debba subirsi cifre spropositate da pagare, tagli o interruzioni improvvise di linea e addirittura pagare ulteriori costi di servizi aggiuntivi che non sono mai stati approvati.

Bisogna, senza alcun dubbio, rimediare da questo punto di vista della messa in sicurezza perchè a pagarne le conseguenze possono essere sempre quelle brave persone che magari hanno sempre rispettato le cifre da pagare e anche le scadenze, quindi bisogna sempre aumentare la messa in sicurezza dei clienti di un determinato sistema, in modo da non farli mai trovare in situazioni così spiacevoli.

Menomale che Corecom ha un’altissima percentuale di casi riusciti nell’aiutare i propri clienti che hanno subito questi gravi disservizi con altrettanti rimborsi, in quanto questi problemi possono sorgere da diversi motivi, ma questo non significa che i clienti di un determinato servizio, che pagano anche fior di quattrini, debbano essere messi alle strette in situazioni così delicate.