ASUS Zenfone Max M1

ASUS Zenfone Max M1 è il secondo smartphone Android presentato dal produttore asiatico al Mobile World Congress 2018 di Barcellona dopo Zenfone 5 Lite che ci è piaciuto tantissimo. A dispetto del nome questo è il dispositivo più piccolo di ASUS alla kermesse catalana ma è anche quello dedicato alla fascia medio bassa del mercato.

LEGGI ANCHE: LEAGOO Power 5, lo smartphone tutto schermo con la batteria da 7000 mAh

A livello tecnico il dispositivo può contare su uno schermo HD da 5.5 pollici di diagonale che vuole strizzare l’occhio alla concorrenza FullView ma il pannello lascia spazio a cornici troppo spesse. Sotto il display c’è lo Snapdragon 430 con processore Octa Core, GPU Adreno 505 e diversi quantitativi di memoria.

ASUS Zenfone Max M1, le caratteristiche e la nostra video anteprima

I numeri uno di ASUS ci hanno spiegato che lo smartphone potrà essere acquistato in tre diverse versioni. La prima con 2 GB di RAM e 16 GB di memoria interna, la seconda con 2 GB di RAM e 32 GB di memoria interna e la terza, la versione più potente, con 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna.

Leggi anche:  E Asus? Lo Zenfone 6 verrà annunciato ad un evento il 16 maggio

Non manca il lettore di impronte digitali posizionato sul retro insieme ad una doppia fotocamera da 13 + 8 MegaPixel con lente grandangolare Ultra Wide. Anteriormente la fotocamera sfrutta un solo sensore da 8 MegaPixel. Presente un modem con supporto alle reti WiFi da 2.4 Ghz, Bluetooth e GPS.

Componenti incastonate tutte in una scocca in plastica o policarbonato che sulla parte posteriore presenta una finitura opaca/satinata. Il profilo laterale comprende pulsante di accensione zigrinato per essere facilmente riconoscibile, bilanciere del volume, slot per SIM e MicroSD, jack audio da 3.5 millimetri, speaker e plug MicroUSB per la batteria da 4000 mAh.

Il sistema operativo è Android 8.0 Oreo con interfaccia personalizzata da ASUS. Nessuna informazione sul prezzo di vendita e sulla vendita nei mercati più importanti. Tra l’altro ci è sembrato di capire che alcune caratteristiche potrebbero cambiare proprio in base ai mercati d’uscita.