Google ha appena aggiornato Assistant con diverse funzionalità, rendendo l’esperienza ancora più ricca per i suoi utenti.

Assistant si aggiorna con interessanti novità

 

In particolare, la società ha aggiunto la possibilità di utilizzare i comandi vocali per risolvere i problemi legati al Pixel 2 ed il Pixel 2 XL. Ma non finiscono quì le novità. Riguardo al primo aspetto, Google Assistant avvierà ora una procedura di risoluzione dei problemi ai comandi che gli utenti possono attivare tramite l’utilizzo della propria voce o utilizzando la tastiera virtuale. Secondo Android Police, gli utenti possono chiedere all’assistente virtuale di eseguire test diagnostici per verificare lo stato della batteria del proprio telefono, testare la fotocamera o persino la connettività con le cuffie Bluetooth. Inoltre, è possibile programmare una telefonata o una chat con il team di assistenza di Google per risolvere i problemi in maniera ancora più rapida.

Google Assistant

La pubblicazione riporta come il nuovo miglioramento sia stato individuato sul Pixel 2 XL con installato Android 8.1 Oreo in versione Sviluppatore. Tuttavia, ritroviamo le stesse funzionalità su Android 8.0 Oreo con installate le patch di sicurezza di Novembre. Google potrebbe rilasciare il supporto per la risoluzione dei problemi su tutti i dispositivi Android raggiunti da Assistant nei prossimi mesi. Oltre a questo, Google offre, ora, agli sviluppatori una piattaforma per creare soluzioni o app abilitate al supporto della voce per l’Assistente di Google in nuove lingue come lo spagnolo, il portoghese, l’italiano e l’indiano. La scheda Esplora ha nuove sezioni “Novità” e “Cosa c’è di tendenza”, che si aggiornano di volta in volta per mantenere informati gli utenti.

Leggi anche:  Google Titan Key arriva per salvarti da tutti gli attacchi hacker

Nexus 5X 6P Assistente Google

Assistant aggiunge le sottocategorie per separare le app in maniera più chiara, come “Cibo e bevande” oppure “Ordina cibo” o “Visualizza un menu”. Google ha lanciato, infine, un nuovo badge “Per famiglie”, progettato per aiutare gli utenti a trovare le app appropriate per tutte le fasce di età. Google sta rendendo, dunque, il suo assistente virtuale sempre più interattivo ed il colosso di Mountain View sta apportando ulteriori modifiche, come la possibilità di passare da uno speaker allo smartphone o di fornire una risposta rapida al comando “annulla”.