Stellantis lancerà 36 modelli ibridi entro il 2026

L’obiettivo di Stellantis è chiaramente quello di progredire dal punto di vista dell’ibrido. L’azienda infatti risponde sempre di più alla domanda che proviene dall’Europa con i veicoli prodotti secondo questa tecnologia. Alla fine del 2024 l’azienda potrà proporre un totale di 30 modelli elettrificati che entro il 2026 arriveranno a 36. La crescita per quanto riguarda le vendite dei modelli ibridi nel 2024 su base annua rispetto al 2023 ha fatto registrare il +41%. Si tratta di dati molto incoraggianti per il futuro che vedrà arrivare sul mercato dei nuovi modelli che avranno il compito di stupire gli automobilisti.

Quelli che potete vedere in basso sono i modelli che attualmente si servono della tecnologia ibrida dell’azienda e che sono già disponibili sul mercato o in arrivo entro la fine del 2024. Proseguendo dunque in ordine alfabetico, ecco l’intera offerta elencata per ogni marchio appartenente a Stellantis:

  • Alfa Romeo: Junior e Tonale
  • Citroën: Nuova C3, Nuova C3 AirCross, C4, C4X, C5 AirCross, C5X
  • DS: DS 3, DS 4
  • Fiat: Panda, 600
  • Jeep: Avenger, Renegade, Compass
  • Lancia: Nuova Ypsilon
  • Maserati: Grecale
  • Opel/Vauxhall: Corsa, Astra, Astra SportsTourer, Mokka, Frontera, Nuovo Grandland
  • Peugeot: 208, 308, 308 SW, 408, 2008, Nuovo 3008, Nuovo 5008

Stellantis coltiva il suo piano Dare Forward 2030

Stellantis ha puntato tutto sul piano Dare Forward 2030, il quale non cambia. L’azienda ha puntato infatti tutto sulla tecnologia ibrida, con il gruppo che intende arrivare al 100% delle vendite dei veicoli elettrici a batteria in Europa. Inoltre anche il 50% riguardante vetture e veicoli commerciali leggeri negli Stati Uniti è un traguardo da raggiungere entro il prossimo 2030:

Per conseguire i suoi ambiziosi obiettivi di vendita, Stellantis sta assicurandosi circa 400 GWh di capacità pianificata per le batterie, grazie al supporto di impianti produttivi situati sia in Europa che in Nord America. Questa strategia consente a Stellantis di avanzare con determinazione verso l’obiettivo della neutralità carbonica entro il 2038 in tutti i settori, prevedendo una compensazione minima delle emissioni rimanenti“.

Articolo precedenteLe migliori auto elettriche per lunghi viaggi
Articolo successivoTelepass: crescono i costi, un’ondata di disdette