WhatsApp è stata multata di 5,5 milioni di euro dalla Commissione irlandese per la protezione dei dati (DPC) per aver violato il regolamento Europeo sulla protezione dei dati.

La multa inflitta a WhatsApp è solo ultima in ordine temporale inflitta al gigante Meta, che possiede WhatsApp dal febbraio 2014, che è accusato ancora una volta di pratiche scorrette per la gestione dei dati dei propri utenti. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

WhatsApp riceve una multa di oltre 5 milioni

Oltre alla multa, la Commissione ha stabilito che Meta dovrà adeguare le proprie operazioni per il trattamento dei dati alla normativa sulla privacy entro sei mesi. Ecco una parte del comunicato: “La Commissione per la protezione dei dati (“DPC”) ha annunciato oggi la conclusione di un’inchiesta sul trattamento effettuato da WhatsApp Ireland Limited in relazione alla fornitura del suo servizio WhatsApp, in cui ha sanzionato WhatsApp Ireland 5,5 milioni di euro. 

A WhatsApp Ireland è stato anche ordinato di rendere conformi le sue operazioni di trattamento dei dati entro un periodo di sei mesi“. L’investigazione è stata avviata a seguito della denuncia presentata il 25 maggio 2018 dall’organizzazione no-profit NOYB European Centre for Digital Rights. Nel maggio del 2018 è entrato in vigore il GDPR, ma poco prima dell’adozione del regolamento sulla privacy, WhatsApp ha aggiornato i Termini di servizio imponendo agli utenti di accettare le modifiche per continuare a utilizzare la popolare app di messaggistica.

Ovviamente WhatsApp si è detta contrariata per la multa ed ha annunciato che presenterà ricorso. L’azienda sostiene infatti che modifiche introdotte erano volte. “Crediamo fermamente che il modo in cui è erogato il servizio sia tecnicamente e legalmente conforme“. Secondo l’organizzazione no-profit NOYB, WhatsApp utilizzerebbe metadati delle comunicazioni per finalità commerciali.

Articolo precedenteAmazon è folle, esagerate le offerte al 70% quasi gratis per distruggere Unieuro
Articolo successivoForza Horizon 5 celebra Ken Block con nuovi contenuti esclusivi
Veronica Boschi
Sono Veronica, ho 25 anni e vivo sul Lago di Como, più precisamente a Mandello del Lario, conosciuto soprattutto per la Moto Guzzi. Amo scrivere e condividere con voi tutte le novità del giorno.