shareplay-groupwatch-potrebbero-essere-disponibili-disney-plus

In queste prime settimane del 2023 già si è parlato molto delle novità che interesseranno il futuro della tv streaming. Come già accaduto nei mesi finali dello scorso anno, la crisi dell’inflazione sul mondo occidentale costringe le principali compagnie dello streaming a riorganizzare i loro assetti, per non gravare sempre sulle rimodulazioni ai danni degli utenti. Disney+ per il futuro a breve termine ha già previsto una sua soluzione.

 

Disney+ propone due piani diversi e le pubblicità

Dagli USA arrivano notizie particolarmente rilevanti relativamente a Disney+: il colosso, infatti, sta per introdurre le pubblicità sulla sua piattaforma. Allo stato attuale questa novità dovrebbe interessare solo ed esclusivamente il mercato americano, dove la piattaforma streaming, nonostante ottime performance in cerca di numeri, deve tenere il passo con decide di rivali.

Sulla base di queste indiscrezioni, gli utenti che scelgono di attivare Disney+ negli USA potranno optare per due piani di visioni. Da un lato, i clienti potranno scegliere l’attuale piano Basic al costo di 7,99 dollari al mese, che prevederà però la novità degli annunci promozionali tra una serie tv e l’altra.

Per vivere, invece, un’esperienza senza pubblicità gli utenti dovranno scegliere il Premium ad un costo di 10,99 euro ogni mese, con la condivisione dei contenuti su dispositivi in contemporanea e con la presenza della tecnologia 4K per la visione di film e serie tv.

Da sottolineare come, almeno per il momento, questa novità non riguardi ancora l’Europa dove restano confermati gli attuali assetti commerciali. Nel corso dell’anno però potrebbero arrivare novità in tal senso anche nel Vecchio Continente.

Articolo precedenteNetflix, utenti impazziti grazie alla lista di film e serie TV per febbraio 2023
Articolo successivoEsselunga pazzesca, volantino con offerte shock batte Unieuro
GennaroS
Giornalista pubblicista dal 2014, collaboratore di TecnoAndroid dal 2016. Le mie passioni nel tempo libero: l'Inter, Napoli, Roger Federer, Game Of Thrones, tutto ciò che è buona musica, viaggiare, viaggiare e ancora viaggiare.