L’operatore Vodafone Italia a partire dal prossimo mese di febbraio 2023 dirà addio al proprio servizio RCS.

RCS sta per Rich Communication Services, è un protocollo che ha lo scopo di sostituire gli SMS e che permette dunque di sfruttare la rete per inviare messaggi e elementi multimediali. Scopriamo insieme maggiori dettagli.

 

Vodafone Italia dice addio al servizio RCS

Nonostante questo interesse generale verso il protocollo RCS, Vodafone ha deciso di chiudere del tutto il suo servizio di messaggistica RCS: questo permetteva ai clienti dell’operatore di sfruttare questa tecnologia per inviare messaggi, anche multimediali, senza costi aggiuntivi, ma il servizio non ha raccolto il successo che Vodafone sperava.

Nel corso degli anni, la messaggistica RCS creata da Vodafone è arrivata solo sull’applicazione Messaggi installata di default di un numero estremamente ristretto di dispositivi, prodotti da Samsung, LG, Huawei, Nexus, Sony e Nokia. Il servizio smetterà di funzionare a partire dal 1° febbraio 2023, ma la completa dismissione dovrebbe terminare il 31 marzo 2023.

Per chi utilizzasse il servizio RCS di Vodafone c’è comunque una soluzione: è lo stesso operatore a consigliare di passare ad un’applicazione di messaggistica di terze parti. Sul Play Store ci sono diverse alternative, ma l’app più indicata e meglio sviluppata è sicuramente Messaggi di Google.

Articolo precedenteApple, MacBook Pro con M2 Pro e Max surclassano i device con SoC di generazione precedente
Articolo successivoApple, svelati i primi elementi caratteristici di iPhone 15 Pro
Veronica Boschi
Sono Veronica, ho 25 anni e vivo sul Lago di Como, più precisamente a Mandello del Lario, conosciuto soprattutto per la Moto Guzzi. Amo scrivere e condividere con voi tutte le novità del giorno.