Il colosso di Cupertino Apple con la recente presentazione dei nuovi MacBook Pro con M2 Pro ed M2 Max, e dei nuovi Mac Mini M2, ha quasi completato la fase di transizione ai chip Silicon.

Infatti, tra tutti i prodotti in commercio del colosso, solamente uno non monta il chip in questione. Il colosso ha rimosso dal proprio catalogo una delle ultime macchine Intel rimaste: il Mac Mini.

 

Apple pronta a dare l’addio ad Intel

Il catalogo di computer fissi e laptop di Apple ora è composto quasi esclusivamente da prodotti basati sulla tecnologia Apple Silicon, ad eccezione del Mac Pro con CPU Intel. Anche quest’ultimo però potrebbe avere vita breve dal momento che già da qualche settimana si parla del possibile lancio da parte di Apple di un Mac Pro con Apple Silicon, e non è escluso che l’annuncio sia dietro l’angolo.

I comunicati stampa degli scorsi giorni, con tanto di video simili a quelli mostrati durante i keynote, hanno ricordato ancora una volta che per gli annunci “minori” ed il lancio di nuovi prodotti Apple potrebbe affidarsi anche a questo sistema.

Vi ricordo inoltre che il colosso di Cupertino ha anche recentemente presentato gli M2 Pro ed M2 Max, le nuove evoluzioni del chip M2 svelato in via ufficiale alla WWDC 2022. Il chip M2 Pro ha 40 miliardi di transistor, 200 GBps di banda di memoria unificata e fino a 32GB di veloce memoria unificata a bassa latenza. Il chip M2 Max ha 67 miliardi di transistor, 400 GBps di banda di memoria unificata e fino a 96GB di veloce memoria unificata a bassa latenza.

Articolo precedenteGoogle Stadia, ora il controller si connetterà via Bluetooth
Articolo successivoAmazon pazza, offerte con super sconto al 70% per smartphone e computer
Veronica Boschi
Sono Veronica, ho 25 anni e vivo sul Lago di Como, più precisamente a Mandello del Lario, conosciuto soprattutto per la Moto Guzzi. Amo scrivere e condividere con voi tutte le novità del giorno.