AppleApple abbandonerà le industrie cinesi per passare definitivamente all’India e Vietnam. Secondo Bloomberg, entro il 2027 la metà degli iPhone complessivamente prodotti proverrà dall’India.

Nulla è ancora ufficiale ma diverse voci ritenute affidabili nella previsione delle mosse del colosso ritengono che, nei prossimi anni, sarà possibile assistere al graduale ma sempre più intenso allontanamento dal mercato cinese. 

Apple: metà degli iPhone sarà prodotta in India e Vietnam entro i prossimi anni!

 

Bloomberg non è l’unica fonte espressasi sulla possibile volontà di Apple di allontanarsi dalla Cina per quel che riguarda la produzione degli iPhone. Un noto leaker di DigiTimes Taiwan, Luke Lin, ritiene che entro il 2027 Apple si rivolgerà all’India per la realizzazione del 50% dei suoi iPhone complessivi e che lì troverà anche il sostegno del Vietnam. A giustificare l’allontanamento della Cina sarebbe anche la possibilità di ottenere manodopera a un costo inferiore. Inoltre, entro il 2025, secondo l’analisi condotta da JP Morgan, il 25% dei melafonini sarà già prodotto in India.

Apple non abbandonerà del tutto la Cina, che rappresenta comunque un punto di riferimento importante ma leaker e analisti si trovano d’accordo sul possibile distacco. Spetterà comunque al colosso di Cupertino confermare o smentire le supposizioni adottando la strategia più adeguata.

Nell’attesa di scoprire come agirà, l’azienda non perde tempo e stupisce il suo pubblico annunciando senza alcun preavviso i nuovi MacBook Pro e Mac Mini dotati di M2 Pro. I dispositivi sono già disponibili all’acquisto e i costi sono alle stelle. L’azienda comunica però che le spedizioni saranno avviate soltanto il 24 gennaio. 

Articolo precedenteInstagram, scopriamo come modificare l’email del vostro account
Articolo successivoGuida autonoma, cosa aspettarsi dallo sviluppo di questa tecnologia automotive
Giorgia Leanza
Diplomata in Scienze Umane, Giorgia Leanza è una studentessa di Lettere Moderne presso l'Università di Catania. Appassionata d'arte, letteratura e tecnologia e si rifugia nella scrittura. Coltiva diversi interessi ed ha sempre un nuovo libro sul comodino.